UNIFG, RIPARTE IN POLONIA E ROMANIA IL PROGRAMMA ERASMUS

0
84

L’Università di Foggia (UNIFG) è lieta di annunciare il riavvio del progetto ERASMUS – Blended Intensive Programmes (BIP), che vedrà la collaborazione con la Jagiellonian University di Cracovia, Polonia, e l’Università di Sibiu, Romania. Una delegazione Unifg di circa 15 persone per ogni BIP, 8 tra docenti e staff e 7 studenti, volerà a Cracovia dal 09 giugno al 14 giugno, e a Sibiu dal 30 giugno al 5 luglio. Il progetto giunge rispettivamente alla quarta e quinta edizione, considerando i precedenti scambi a Turku, in Finlandia nel settembre 2022, a Tromsoø, in Norvegia a maggio 2023 e a Siviglia, in Spagna a settembre 2023.

Il visiting mira a sviluppare e implementare metodologie didattiche innovative e digitali, creando un ambiente educativo inclusivo. L’Università di Foggia, che è il proponente del progetto, sta attualmente portando avanti nuove ricerche sulle metodologie didattiche digitali innovative per una didattica inclusiva attraverso il Learning Sciences institute (LSI), coordinato dalla Prof.ssa Giusi Antonia Toto, docente di Didattica e Pedagogia Speciale. La collaborazione con la Jagiellonian University e l’Università di Sibiu offrirà opportunità di apprendimento e scambio di best practices tra docenti, ricercatori e studenti delle istituzioni coinvolte. UNIFG ha, pertanto, chiesto alle due università straniere di collaborare a questo progetto in virtù della loro esperienza scientifica in ambito educativo, in particolare del professor Lukasz Tomczyk e del professor Daniel Mara, nei temi delle esperienze di innovazione didattica, del Design Thinking e dell’Universal Design Learning.

Il periodo di visita prevede lezioni in presenza e online sia di professori delle università ospitanti che di docenti UNIFG per professori, ricercatori, dottorandi e studenti universitari che saranno coinvolti nel progetto.

Il Magnifico Rettore dell’Università di Foggia, prof. Lorenzo Lo Muzio ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di avviare questo progetto ERASMUS+ che rappresenta un’opportunità straordinaria per rafforzare la nostra rete internazionale e promuovere l’innovazione didattica. La collaborazione con istituzioni prestigiose come la Jagiellonian University e l’Università di Sibiu arricchirà ulteriormente la nostra comunità accademica.”

Il Delegato alla Didattica, prof. Giorgio Mori, invece, ha affermato: “Questo programma offre ai nostri studenti e docenti un’importante occasione di crescita e scambio culturale. Le lezioni, sia virtuali che in presenza, permetteranno di esplorare nuove metodologie didattiche, arricchendo il nostro approccio all’insegnamento.”

La Prof.ssa Giusi Antonia Toto, delegata del Rettore alla Formazione Insegnanti e Formazione Continua e all’Orientamento, ha aggiunto: “La formazione continua è essenziale per rimanere aggiornati e competitivi nel campo dell’educazione. Questo progetto fornirà strumenti e conoscenze avanzate, utili non solo ai partecipanti diretti ma anche all’intera comunità accademica attraverso la condivisione dei risultati ottenuti.”

La Prof.ssa Annamaria Petito, delegata alle Politiche di Genere e Inclusione, ha concluso sostenendo che: “L’inclusività è al centro di questo progetto. L’utilizzo di tecnologie digitali e metodologie didattiche innovative contribuirà a creare ambienti di apprendimento più accessibili e inclusivi, garantendo pari opportunità a tutti gli studenti.”

Il progetto avrà un impatto significativo sui dipartimenti di Pedagogia e Psicologia e tra i ricercatori e studenti di dottorato in Neuroscience and Education dell’UNIFG. L’obiettivo è di promuovere una cultura didattica innovativa, integrando le best practices apprese nel progetto nelle future attività di insegnamento e ricerca.

Per ulteriori informazioni, rivolgersi al team learningsciencesinstitute@unifg.it