Home Blog

BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO REGIONE PUGLIA 14 APRILE

0

ll presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi mercoledì 14 aprile 2021 in Puglia, sono stati registrati 13647 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.488 casi positivi: 655 in provincia di Bari, 109 in provincia di Brindisi, 155 nella provincia BAT, 56 in provincia di Foggia, 140 in provincia di Lecce, 368 in provincia di Taranto, 2 casi di residenti fuori regione, 3 casi di provincia di residenza non nota.

Sono stati registrati 39 decessi: 18 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 3 in provincia BAT, 4 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 9 in provincia di Taranto.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.034.564 test.156914 sono i pazienti guariti.51789 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 214024 così suddivisi:
83143 nella Provincia di Bari;
20190 nella Provincia di Bat;
15726 nella Provincia di Brindisi;
39011 nella Provincia di Foggia;
20789 nella Provincia di Lecce;
33405 nella Provincia di Taranto;
720 attribuiti a residenti fuori regione;
320 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

ZUCCARO: SFALCIO DELL’ERBA LUNGO LE STRADE PROVINCIALI. SI PARTE DA SAN NICANDRO

0

Nell’ambito del programma dell’Ente Provincia di Foggia per lo sfalcio dell’erba e del taglio della vegetazione lungo i cigli delle strade provinciali, l’amministrazione provinciale ha deliberato l’inizio di tale campagna di pulizia con i tre nuovi trattori acquistati lo scorso anno dotati di braccio tagliaerba e di dispositivi antifurto satellitari che consentiranno unitamente all’utilizzo di mezzi già in dotazione di effettuare direttamente il servizio.

Uno di questi trattori, da questa mattina, sta già provvedendo al taglio e alla pulizia delle erbacce delle strade di pertinenza della Provincia. I lavori sono iniziati dalla località Pietra Scritta, sulla strada provinciale SP41 e si prosegue con la 41bis, 40, 42 e 49 San Nicandro – San Marco in Lami. Successivamente continuerà le operazioni per tutto il Gargano e SP40.

Il coordinamento dell’iniziativa è del consigliere provinciale Antonio Zuccaro che, di concerto con il Presidente Nicola Gatta e l’ufficio viabilità della Provincia, ha proceduto immediatamente ai lavori di pulitura delle strade ricadenti nel territorio di San Nicandro.

Tale operazione, cominciata oggi, contribuirà ad un maggior decoro delle strade oltre che ad un motivo igienico e di pericolosità per tutti.

MPC

SAN NICANDRO, PIAZZA NASSIRYIA AREA PER COLONNA MOBILE VVFF PER GESTIONE CALAMITA’

0

Il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e Della Difesa Civile – Direzione Regionale Vigili Del Fuoco – Puglia, ha chiesto al Comune  di San Nicandro Garganico l’individuazione delle aree disponibili ad ospitare CB e CRS di Colonna Mobile VVFF, per la gestione delle calamità, le cui superfici dovranno essere dotate almeno dei seguenti requisiti: Campi Base: – Possibilità di utilizzo esclusivo VVF in emergenza; – Ubicazione esterna rispetto a possibili aree di danno ipotizzabili per le varie tipologie di rischio (meteo-idrogeologico e idraulico, sismico, incendio boschivo); – Area del sito riservato ai VVF non inferiore a 2000 – 3000 mq; – Buona omogeneità e eventuale impermeabilità della superficie disponibile; – Buona accessibilità viaria ai mezzi pesanti; – Ubicazione in prossimità delle principali vie di comunicazione stradali; – Disponibilità di attacchi idrico, fognario (presenza di rete fognaria per acque chiare e scure) e di alimentazione elettrica (cabine elettriche); – Eventuale vicinanza con aree idonee all’atterraggio di elicotteri. Centri di raccolta e smistamento: – Ubicazione esterna rispetto a possibili aree di danno ipotizzabili per le varie tipologie di rischio (meteo-idrogeologico e idraulico, sismico, incendio boschivo); – Superficie idonea allo stazionamento temporaneo di mezzi pesanti VVF; – Eventuale allaccio elettrico.

L’area individuata quale sito da adibire alla Colonna Mobile Regionale dei Vigili del Fuoco “VVFF (CM)”, per la gestione delle calamità, è quella di Piazza Caduti di Nassiryia.

DONAZIONE AVIS

0

Si vuole ricordare che, purtroppo, rispetto allo scorso anno mancano all’appello molte donazioni, complice la pandemia da Covid-19. Per questa ragione viene chiesto ai soci Avis di venire a donare e di portare tanti nuovi soci con i quali condividere questo gesto di amore e solidarietà verso il prossimo.

L’Appuntamento è per domenica 18 aprile settembre, sempre dalle ore 8:00, presso il Poliambulatorio di Via del Campo.

 

AGENZIA DELLE ENTRATE AVVERTE: “ATTENZIONE ALLE MAIL FALSE”

0

Nuova campagna di phishing tramite false comunicazioni di rimborso IVA

Sta circolando in questi giorni una falsa comunicazione circa fantomatiche incoerenze emerse in una Comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA inviata dal contribuente all’Agenzia. La mail contiene un allegato malevolo in formato .zip.

La foto dell’articolo è un esempio del messaggio in questione.

Il messaggio, benché scritto in un italiano pressoché corretto, presenta tuttavia una serie di incongruenze, a partire dalla password per l’allegato contenuta nel messaggio stesso per arrivare ad evidenti errori causati presumibilmente da un traduttore automatico (“mail figliata automaticamente”, “la preghiamo di non reagire a questo indirizzo”).

Qualora si ricevessero messaggi come questo, l’Agenzia raccomanda di cestinarli senza aprire alcun allegato.

 

 

 

BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO REGIONE PUGLIA 13 APRILE

0

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi martedì 13 aprile 2021 in Puglia, sono stati registrati 13.107 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.191 casi positivi: 256 in provincia di Bari, 126 in provincia di Brindisi,159 nella provincia BAT, 237 in provincia di Foggia, 179 in provincia di Lecce, 230 in provincia di Taranto, 4 casi di residenti fuori regione.

Sono stati registrati 54 decessi: 21 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 4 in provincia BAT, 5 in provincia di Foggia, 8 in provincia di Lecce, 14 in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati  2.020.917 test.

155.620 sono i pazienti guariti.

51.634 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 212.536 così suddivisi:

82.488 nella Provincia di Bari;

20.755 nella Provincia di Bat;

15.617 nella Provincia di Brindisi;

38.955 nella Provincia di Foggia;

20.649 nella Provincia di Lecce;

33.037 nella Provincia di Taranto;

718  attribuiti a residenti fuori regione;

317 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

 

CONTROLLI DEL TERRITORIO, UN ARRESTO PER TENTATO FURTO E 5 PERSONE DENUNCIATE

0

 

Continuano i servizi di controllo straordinario del territorio dei Carabinieri, denominati “ad alto impatto”, che vedono impegnati, oltre ai militari della Compagnia di San Severo, anche quelli dell’ 11° Reggimento Carabinieri “Puglia” e le Squadre di Intervento Operativo del 14° Battaglione Carabinieri “Calabria”.

La scorsa settimana, i Carabinieri della Compagnia di San Severo, a seguito di perquisizioni domiciliari e veicolari, hanno denunciato un giovane di San Paolo di Civitate per illecita detenzione di munizionamento, un minorenne di San Nicandro Garganico per ricettazione di un motorino rubato lo scorso 5 gennaio, e uno di Apricena per porto di oggetti atti ad offendere in quanto circolava portando a bordo della sua autovettura, senza alcun giustificato motivo, una mazza da baseball e un piede di porco. Venivano inoltre segnalati alla Prefettura di Foggia, per i provvedimenti e le sanzioni amministrative di competenza, 6 assuntori di sostanze stupefacenti che a seguito dei controlli sono stati trovati in possesso di cocaina.

I militari della Stazione Carabinieri di Lesina invece hanno deferito in stato di libertà un diciannovenne originario della Romania che, esibendo una falsa attestazione di cittadinanza presso il locale Ufficio Postale, ha tentato di ottenere l’elargizione del reddito di cittadinanza che qualora la truffa fosse andata in porto gli sarebbe stato erogato mediante consegna di una carta di credito.

Non sono mancati i servizi volti ad assicurare il rispetto della normativa per il contenimento del contagio da Covid-19 e delle norme sulla circolazione stradale con l’elevazione di 21 contravvenzioni.

FINANZA: CONTRABBANDO DI ALCOOL E SIGARETTE, DETENZIONE SOSTANZE STUPEFACENTI. 7 ARRESTI

0

Militari del Comando Provinciale di Foggia, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, hanno eseguito questa mattina, col supporto dell’elicottero della Sezione Aerea di Bari, una ordinanza applicativa di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale – Ufficio GIP del capoluogo dauno, nei confronti di nr. 7 soggetti residenti nei Comuni di Manfredonia, San Severo, Torremaggiore, Napoli e Rovigo, tutti gravati da precedenti di polizia, responsabili, a vario titolo, dei reati di contrabbando di alcool e Tabacchi Lavorati Esteri, detenzione e commercio di sostanze stupefacenti.

L’operazione costituisce l’epilogo di complesse e prolungate indagini di P.G. della Compagnia di Manfredonia, coordinate dalla Procura della Repubblica di Foggia, relative ad un consolidato contrabbando di alcool in più province pugliesi, di sigarette di provenienza napoletana per la rivendita nella provincia di Foggia nonché di un significativo commercio illecito di sostanze stupefacenti, perlopiù cocaina, che dall’Alto Tavoliere approdava nel comune Sipontino.

Le indagini sono partite da alcuni servizi di pattugliamento svolti dai finanzieri sulle principali rotabili che collegano Manfredonia ai comuni di San Giovanni Rotondo, San Severo, Torremaggiore, concentrando l’attenzione sul comportamento di alcuni soggetti con precedenti di polizia in materia di stupefacenti che, in piena pandemia, eludendo le stringenti norme introdotte dal Governo per contenere la diffusione del virus SARS COV 2, si spostavano tra i Comuni e oltre Regione, dichiaratamente per motivi di lavoro.

Gli sviluppi investigativi hanno consentito di svelare, quasi subito, l’operatività dei soggetti pugliesi nell’approvvigionamento di alcool di contrabbando da destinare ad uso alimentare pur non presentandone le caratteristiche.

Sono stati individuati e sequestrati 3 opifici illegali dove venivano stoccati i carichi di alcool di contrabbando per essere decolorato (tramite la tecnica di “sbiancamento”), imbottigliato e sigillato con fascette contraffatte dei Monopoli di Stato per poi essere piazzato sul mercato a danno della salute di ignari consumatori, ingannati sulla reale provenienza e genuinità del prodotto.

Le modalità di occultamento e trasporto variavano a seconda della tipologia di prodotto che gli indagati volevano “trafficare”: l’alcool contrabbandato veniva stoccato all’interno di cisterne trainate da autoarticolati con targa estera e accompagnato da documentazione che attestava la diversa nomenclatura (antigelo o liquido disinfettante) del prodotto realmente trasportato, dati di destinatari inesistenti, date di trasporto errate e luoghi di destinazione della merce diversi da quello effettuato; la droga veniva nascosta all’interno di ricambi per sanitari; le sigarette venivano trasportate come bagaglio al seguito dei passeggeri su autobus di linea interregionali oppure occultate su autovetture condotte da incensurati.

L’indagine di polizia giudiziaria, avviata nel mese di settembre 2019 e conclusa dopo un anno, ha portato ai seguenti risultati:

  1. l’arresto in flagranza di reato di nr. 05 soggetti;
  2. la denuncia a piede libero di nr. 15 soggetti;
  3. il sequestro di 81.540 litri circa di alcool di contrabbando da destinare ad uso alimentare;
  4. l’accertamento di circa 800.000,00 euro di imposta (accisa) sottratta alle casse dello Stato;
  5. il sequestro di nr. 03 opifici attrezzati per la distillazione, decolorazione, imbottigliamento ed etichettatura di alcool di contrabbando da destinare al mercato alimentare, più di 5.000 tra fascette dei monopoli di Stato contraffatte ed etichette clonate, mezzi ed attrezzatura utile alla lavorazione e trasformazione del prodotto alcolico;
  6. il sequestro di 660,00 grammi circa di sostanza stupefacente, in prevalenza “Cocaina”;
  7. il sequestro di 95,00 Kg. circa di Tabacchi Lavorati Esteri di contrabbando;
  8. il rinvenimento e sequestro di nr. 01 pistola con relativo munizionamento (7 colpi), sottratta nel 2018 ad una guardia giurata;
  9. il sequestro di 58 carte di credito prepagate di provenienza furtiva.

L’ingente quantitativo di alcool di contrabbando sequestrato, attesa la situazione emergenziale sanitaria per il diffondersi dell’epidemia da COVID-19 e la carenza sul mercato di alcool etilico e di prodotti a base alcolica per la sanificazione, previo nulla osta della Procura della Repubblica e della Direzione provinciale dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli, è stato per buona parte devoluto nel corso del 2020 a diversi Enti ospedalieri della provincia foggiana e al sistema di Protezione Civile della città Metropolitana di Milano, per la produzione di prodotti galenici per la sanificazione di ambienti ospedalieri e laboratori clinici.

L’attività di servizio testimonia lo sforzo operativo della Guardia di Finanza nel settore del contrabbando in tutte le sue forme, teso a disarticolare la filiera distributiva delle merci illecitamente introdotte sul territorio nazionale, mediante servizi di controllo diffuso delle rotabili maggiormente interessate dai traffici descritti che, peraltro, sul territorio dauno stanno conoscendo una fase di crescita esponenziale, soprattutto nel settore dei prodotti alcolici con pregiudizio per l’Erario, a causa del significativo mancato assolvimento degli obblighi impositivi in materia di accisa e IVA.

ORDINANZA DI DEMOLIZIONE DI OPERE ABUSIVE IN LOCALITA’ “TORRE MILETO-SCHIAPPARO”

0

 

Ancora un’ordinanza di demolizione in località Schiapparo. Infatti, il Raggruppamento Carabinieri Parchi – Reparto P.N. Gargano ha comunicato al comune di Lesina la realizzazione di opere abusive, in agro dello stesso Comune in località Schiapparo.  Tali opere consistono in una installazione abusiva di un manufatto prefabbricato avente lunghezza pari a circa 5,00 mt, larghezza pari a circa 5,00 mt ed altezza pari a circa 2,70 mt.

I suddetti lavori risultano essere stati eseguiti in assenza di permesso di costruire, nonchè in zona sottoposta a vincolo paesaggistico ed all’interno della perimetrazione del Parco Nazionale del Gargano.

E’ stato ancora accertato che l’area sulla quale è stata eseguita l’opera abusiva ricade, in parte, e risulta di proprietà della Soc. LACMAR srl ed in parte di proprietà del Demanio Pubblico delle Stato – ramo Marina.

Il comune lagunare ha quindi ingiunto nei confronti del trasgressore a provvedere, a propria cura e spese, alla demolizione delle opere abusivamente realizzate entro il termine perentorio di giorni 90.

13 APRILE 2018, INAUGURATA LA TENENZA DELLA GUARDIA FINANZA DI SAN NICANDRO

0

Il 13 aprile 2018 c’è stata la cerimonia di inaugurazione e di intitolazione della Tenenza della Guardia di Finanza a San Nicandro. Una cerimonia attesa dal tantissimo pubblico accorso ad assistere ad una manifestazione istituzionale di così elevato livello. La presenza del Generale di Corpo d’Armata, Comandante Generale della Guardia di Finanza, Giorgio Toschi, assicurava all’evento una presenza di forze dell’ordine non solo provinciali, ma di livello regionale e interregionale, insieme ai politici provinciali e della Regione Puglia oltre alle altre istituzioni statali e della magistratura.

La cerimonia ha avuto inizio con il saluto al Generale di Corpo d’Armata da parte di una rappresentanza delle classi delle scuole elementari guidata dai docenti e dalla Dirigente Scolastico Vaira, poi la banda per il saluto istituzionale e di rito. È seguito l’intervento del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Foggia Francesco Gazzani, del sindaco di San Nicandro Pierpaolo Gualano e della più alta autorità presente, il Generale Giorgio Toschi.

Poi la consegna della bandiera alla Tenenza con l’inno nazionale cantato da tutti presenti, pubblico compreso. A seguire la scoperta della lapide intitolata al Brigadiere Giuseppe Lapalorcia, medaglia d’argento al valor militare a cui è stata intitolata la Tenenza. Infine il cappellano militare per la preghiera e il saluto finale al Comandante Generale.

La presenza della Guardia di Finanza a San Nicandro ha fronteggiato le sfide di questi anni, dalla lotta all’evasione fiscale, al controllo economico del territorio, al sequestro per contraffazione marchi e sicurezza prodotti al fine di fronteggiare più efficacemente i fenomeni di illegalità economica e criminale. La presenza della Fiamme Gialle ha consentito attività ispettive e recupero di imposte evase. Insomma un intenso impegno per concorrere al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, con il costante controllo del territorio.
GPM

INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA DI ALCUNE STRADE URBANE DI SAN NICANDRO

0

San Nicandro Garganico è comune beneficiario del contributo di 90 mila euro per investimenti destinati ad opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile con interventi di messa in sicurezza di strade.

E’ stato stabilito che detto contributo venga utilizzato per la realizzazione di investimenti in materia di mobilità sostenibile, nonché interventi per l’adeguamento e la messa in sicurezza di scuole, edifici pubblici e patrimonio comunale e per l’abbattimento delle barriere architettoniche consistenti in: interventi di messa in sicurezza delle seguenti strade urbane: •Via Antonio Carugno, •Via Giovanni Iannone; •Via Nicola Mascolo; •Via Brunelleschi; •Via Botticelli; •Via Trento; •Via Trieste; •Via Tiziano Vecelio; •Via Antonio Segni; •Via Ricasoli; •Via Quintino Sella; •Via Marche; •Via Giovanni Lanza; •Via Agostino De Pretis; •Via Giuseppe Zanardelli; •Via L. Luzzatti; •Via Masaccio; •Via Luigi Rizzo; •Via Donatello; •Via Antonio Salandra; •Via Urbano Rattazzi; •Via Vincenzo Cavalli; •Via Matteo Martucci; •Via Giovanni D’Addedda.

Saranno gli uffici tecnici del Comune a predisporre tutte le attività necessarie alla realizzazione degli interventi finanziati visto che l’ente locale è tenuto ad iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 15 settembre2021.

 

 

ESTATE 2021: GARGANO PRONTO, +20% DI PRENOTAZIONE E SI AL BONUS VACANZE

0

“La tendenza delle prenotazioni indica che quest’anno, rispetto al 2020, avremo un incremento di presenze turistiche dall’estero e dal Nord Italia, con una crescita di fatturato tra il 20 e il 30%”. E’ Bruno Zangardi, presidente degli operatori turistici riuniti nel Consorzio Gargano Ok, a illustrare il quadro che va delineandosi per l’estate turistica sulla costa garganica. I dati a cui si riferisce riguardano le strutture ricettive consorziate di Vieste, Rodi Garganico, San Menaio, Monte Sant’Angelo e Mattinata. “La differenza più importante, rispetto allo scorso anno, riguarda i periodi: mentre nel 2020 riuscimmo a registrare buoni risultati soprattutto grazie a un agosto e un settembre positivi, quest’anno le prenotazioni sono più omogenee, meno concentrate, con numeri più che soddisfacenti anche per giugno e luglio”, ha aggiunto Zangardi.

PIU’ PERSONE DALL’ESTERO. L’enorme incertezza del 2020, ridusse fortemente l’arrivo di turisti stranieri. Le strutture del Consorzio registrarono il 90% di presenze dall’Italia. Nel 2021, la “quota estero” sarà almeno del 20% sul totale delle presenze, con un incremento importante soprattutto da Belgio, Francia e Svizzera. “Sempre considerando il primo campione delle prenotazioni”, ha spiegato Zangardi, “crescerà anche il numero dei turisti provenienti dal Nord Italia”.

STRUTTURE PIU’ PRONTE E SICURE. “L’esperienza del primo dopo-lockdown è stata importantissima. Quest’anno, anche grazie a quel primo ‘test di ripresa’, le nostre strutture hanno potuto approntare un miglioramento rilevante dei servizi. Per i bambini, ad esempio, sono state approntate più aree attrezzate, in modo da permettere la fruizione dei giochi per piccoli gruppi. Se i protocolli di sicurezza lo permetteranno, le nostre strutture sono già pronte anche a modulare in modo differente i servizi di animazione che l’anno scorso furono sostanzialmente vietati. Abbiamo tutti lavorato moltissimo a una diversa modulazione della fruibilità di piscine, impianti sportivi, aree per gli spettacoli. Distanza, sanificazione giornaliera e divisione per piccoli gruppi saranno ancora più efficienti anche grazie al miglioramento degli spazi e a una diversa organizzazione degli stessi”.

BONUS VACANZE E PREZZI. Tutte le strutture del Consorzio Gargano Ok hanno confermato l’adesione al Bonus Vacanze. Una scelta netta, senza incertezze, già presa lo scorso anno con ottimi risultati. Come avvenne nel 2020, anche quest’anno le diverse strutture ricettive consorziate hanno concordato una linea comune sulla trasparenza e la sostenibilità dei prezzi. “Un 30% di prenotazioni sta arrivando da nuovi clienti, l’altro 70% è relativo a chi è venuto nelle nostre strutture lo scorso anno”, ha dichiarato con soddisfazione Zangardi. “Questo significa che i sacrifici e il buon lavoro fatto nel 2020 ci stanno premiando”.

FACCIAMO SQUADRA. “Il Gargano sa fare squadra. Quello che sta iniziando il tredicesimo anno del nostro Consorzio, una realtà che mette insieme 40 imprese del settore turistico allocate sia sulla costa che nell’entroterra garganici”. Gargano Ok, infatti, integra e unisce i servizi di strutture ricettive, imprese di servizi (solo una per ogni diversa tipologia) e produttori enogastronomici d’eccellenza di 16 diverse località: Monte Sant’Angelo, Rodi Garganico, Peschici, San Giovanni Rotondo, Vico del Gargano, Vieste, Isole Tremiti, Manfredonia, San Nicandro Garganico, Apricena, Foggia, San Marco in Lamis, Ischitella, Poggio Imperiale, Bovino e Termoli. “Il Gargano è tra le aree più belle del mondo. Pochi altri posti al mondo possono offrire una ricchezza di paesaggi così straordinariamente diversificata e concentrata in una stessa zona.  Siamo capacissimi di fare accoglienza e anche di fare squadra. Lo dimostreremo anche nel 2021 e lo abbiamo fatto anche nel 2020, nella stagione turistica più difficile degli ultimi anni, con una professionalità e un’attenzione che, non a caso, hanno portato a zero focolai e hanno registrato zero criticità sulla costa e nei borghi. Mettiamolo in evidenza. Diciamolo con orgoglio”.

 

BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO REGIONE PUGLIA 12 APRILE

0

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi lunedì 12 aprile 2021 in Puglia, sono stati registrati 6.220 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 815 casi positivi: 297 in provincia di Bari, 59 in provincia di Brindisi, 33 nella provincia BAT, 172 in provincia di Foggia, 224 in provincia di Lecce, 26 in provincia di Taranto, 3 casi di residenti fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota.
Sono stati registrati 39 decessi: 26 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 1 in provincia BAT, 5 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.007.810 test.
154.541 sono i pazienti guariti.
51.576 sono i casi attualmente positivi.
Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 211.345 così suddivisi:
82.232 nella Provincia di Bari;
20.596 nella Provincia di Bat;
15.491 nella Provincia di Brindisi;
38.718 nella Provincia di Foggia;
20.470 nella Provincia di Lecce;
32.807 nella Provincia di Taranto;
714 attribuiti a residenti fuori regione;
317 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

 

PERSONA TRATTA IN ARRESTO PER DETENZIONE AI FINI SPACCIO DI SOSTANZA STUPEFACENTE

0

Proseguono i controlli ed i servizi predisposti della Compagnia Carabinieri di Lucera finalizzati a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Nella rete della giustizia questa volta è finito un 27 enne originario di San Giovanni Rotondo, residente da tempo a Lucera e noto alle Forze dell’Ordine, tratto in arresto dai Carabinieri della Compagnia di Lucera, collaborati da quelli delle dipendenti Stazioni di Pietramontecorvino e Biccari.

A seguito di mirato servizio, preordinato al contrasto dello specifico fenomeno criminoso, il P.G., queste le sue iniziali, veniva notato con atteggiamento più che sospetto poco fuori della relativa abitazione; quel via vai di persone, che si avvicinavano in modo guardingo al predetto e dopo aver confabulato, si introducevano all’interno della relativa abitazione per poi dileguarsi subito dopo, con fare circospetto, non poteva non “allarmare” i militari, appostati poco distanti.

In un attimo è scattato il controllo personale e domiciliare a carico del prevenuto, a seguito del quale venivano ritrovati nelle tasche del relativo giubbino un involucro in cellophane termosaldato con circa 40 g di “cocaina”, altre 10 singole dosi pronte per lo smercio con un totale di ulteriori 5 grammi totali circa della medesima sostanza e un ulteriore piccolo involucro contenente stupefacente del tipo “hashish”. All’interno del piccolo bilocale in suo uso veniva rinvenuto altresì vario materiale da confezionamento ed un coltello con lama sporca di hashish evidentemente utilizzato per il taglio e la realizzazione delle singole dosi di “fumo”, il tutto posto sotto sequestro.

A seguito delle formalità di rito, P.G. veniva tratto in arresto e posto agli arresti domiciliari, misura che veniva confermata a seguito di udienza di convalida.

 

DA OGGI ATTIVO IL PUNTO VACCINALE DI SAN NICANDRO

0

Da oggi 12 aprile è attivo a San Nicandro Garganico il punto vaccinale di massa per ricevere l’inoculazione del vaccino anti Covid. Il centro vaccinale è ubicato presso la palestra Comunale Matteotti sita in via Fratelli Cervi.

I lunghi e complessi preparativi che hanno caratterizzato la struttura vaccinale hanno visto non solo l’impegno vigile, attento e tempestivo del Sindaco F.F. Carmela Cataluddi, ma anche il dispiegarsi del lodevole aiuto dei volontari Avers insieme agli operatori sanitari dell’Asl di San Nicandro in tutte le fasi di preparazione del centro vaccinale.

Un grazie di cuore a tutti i medici e infermieri che saranno impegnati nei diversi compiti necessari agli adempimenti vaccinali, e ai volontari Avers che si sono adoperati anche nei lavori di tinteggiatura della ringhiera in metallo, nonché nell’allestimento interno.

L’amministrazione comunale ha risposto in modo tempestivo alla chiamata dell’ASL in questa battaglia contro il virus dimostrando sempre impegno e vicinanza ai propri cittadini.

L’amministrazione Comunale e il Sindaco F.F.

 

SAN NICANDRO: “I CIUCC’ FU’JN E I CAVADD C’ FERM’N” 

0

Continua una nuova seriedi articoli che parlano sui modi di dire e degli aforismi locali per capire e analizzare la quo ed offrire una visione chiara, lucida e trasparente della condizione umana in cui ognuno di noi può legittimamente dedurre o trarre da ciascuno di essi le considerazioni che gli sembrano più ovvie in riferimento ai tempi, alle usanze, ai problemi, ai comportamenti e agli altalenanti rivolgimenti che la società sta attualmente vivendo. Gli articoli sono tratti dal libro “Voci di Capitanata” di Donato D’Amico.

Il detto di oggi è: “I ciucc’ fu’jn e i cavadd c’ ferm’n”, cioè “Gli asini corrono e i cavalli si fermano”.

Pensare di restare meravigliati o stupiti per fatti e gesti inusuali oggi ci sembra un po’ fuori tempo. Vogliamo dire che la sorpresa non esiste quasi più perchè l’uomo vive talmente in fretta il suo tempo che da un momento all’altro può succedere tutto di tutto. Così, dire che gli asini corrono, pur essendo stati utilizzati sempre come animali da soma, oggi non sorprende più nessuno. Similmente non costituisce novità o stranezza per nessuno se i cavalli vengono utilizzati come bestie da sona. Dunque, quant’anche le prestazioni dei due animali dovessero risultare diverse o essere addirittura scambiate, per noi non sarebbe una sorpresa.

Non sarebbe la stessa cosa se ciò dovesse inerire i valori che informano la convivenza umana. In questo secondo caso, si tratterebbe solo di un’apparente accettazione del capovolgimento dei valori umani perché, interiormente, l’uomo sente di vivere una realtà diversa, una realtà che non collima affatto con quella che è costretto ad accettare, vuoi per la “pressione” dei tempi, vuoi per gli effetti dell’odierno cambiamento, che non è certamente evoluzione, ma sempre e solo mutamento “in peius” della società. In una parola, solo la decadenza e la corruzione dei tempi che viviamo possono permettere una certa trasformazione o alterazione dei valori. Di qui la convinzione che come le prestazioni degli asini e dei cavalli possono essere scambiate, così, altrettanto similmente, le carenze dei mediocri possono ad un certo punto brillare e le qualità dei meritevoli, viceversa, possono essere trascurate. Meravigliarsi e stupirsi di quanto oggi ci accade intorno è una ingenuità, perché tutto, con una bronzea sfacciataggine, viene ricollegato alla legge della imponderabilità, anche il progresso o “avanzamento” dei mediocri (gli asini) e il regresso o “decadimento” dei meritevoli (i cavalli).

In questo clima, i mediocri progrediscono. Ciò significa che la tangente funziona, che lo svilimento delle istituzioni è in continua ascesa, che non esiste argine possibile alla corruttela e alla corruzione dei costumi. I meritevoli, purtroppo, segnano il passo, sono in lista di attesa, mordono il freno come i cavalli sulla linea di partenza. Per quanto tempo ancora dobbiamo sopportare un simile affronto? I diritti delle genti e i meriti delle persone oneste e preparate saranno mai considerati e rispettati? Probabilmente, la nostra speranza sarà solo una pia illusione, sarà forse una cocente delusione, ma noi osiamo sperare che alla fine gli italiani riusciranno a ripristinare solidarietà morale e ordine legale: sono le due grandi categorie della storia, le sole che riusciranno a garantire, da una parte, serenità e tranquillità sociali, e, dall’altra, una civiltà giuridica che sui piatti della bilancia riuscirà meritoriamente a soppesare pregi e difetti, colpe e meriti, stroncando, una volta per tutte, benefici non meritati, privilegi, intoccabilità, gratuite immunità.

Poiché noi crediamo che il proverbio sia ancora d’immensa attualità, ci auguriamo che prestazioni (dei cavalli) e meriti (delle persone) siano riconosciuti e non più calpestati. Nessuno deve essere indebitamente espropriato di ciò che gli appartiene o gli è dovuto per un diritto naturale o per meriti personali. Una società redenta non può che incamminarsi sulla strada della verità e della giustizia.

SCUOLA, CAMBIA TUTTO PER I VACCINI. DS FURIOSI: “DOCENTI NON SONO PREVILEGIATI”

0

L’ordinanza firmata dal commissario Figliuolo sospende la prima dose al personale scolastico: l’ira dei dirigenti scolastici.

Scuola, cambia tutto per quanto riguarda i vaccini al personale scolastico. Stop a chi non ha ancora ricevuto la prima dose, anche se era già prenotato: chi, invece, è in attesa del richiamo potrà ricevere la seconda dose.

Stop a vaccini personale scolastico, niente prima dose a docenti e personale ATA

Nell’incontro con le Regioni, il commissario per l’emergenza CovidFrancesco Figliuolo, ha spiegato le ragioni che hanno portato a questo cambiamento di strategia secondo quanto disposto dall’ordinanza da lui firmata: ‘Un professore di 29 anni, non ancora vaccinato, non è più in categoria prioritaria – ha spiegato il generale Figliuolo – deve aspettare che prima vengano immunizzati gli anziani, i fragili e quelli un po’ meno anziani. Se era già stato prenotato, l’appuntamento va cancellato’.

Docenti e personale ATA che non hanno ricevuto ancora la prima dose dovranno aspettare, per ora, il loro turno in base all’età. Quanti sono? Le stime parlano di almeno 1 milione e duecentomila lavoratori della scuola, tra insegnanti e personale scolastico, circa il 30 per cento: certamente un numero considerevole, considerando che, da domani, 12 aprile, tornano in presenza un altro buon numero di studenti. Saranno quasi 6,6 milioni gli alunni presenti a scuola sugli 8,5 milioni delle scuole statali e paritarie, 8 su 10.

Giannelli (ANP): ‘Illogico fermare campagna vaccinale personale scolastico, docenti non sono dei privilegiati’

Il presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, Antonello Giannelli, è fortemente contrario a quanto disposto dall’ordinanza Figliuolo: ‘Fermare la campagna vaccinale per il personale scolastico è un provvedimento illogico. Siamo pronti a protestare con tutto il nostro dissenso: i docenti non sono dei privilegiati. Devono rientrare nelle categorie a rischio perché ogni giorno incontrano anche oltre 100 studenti diversi: possono diventare un facile veicolo di virus. Sarebbe assurdo – conclude Giannelli – non metterli in sicurezza’. (scuolainforma)

 

ATTIVITA’ FISICA, CIBO E NATURA: BENESSERE PER LA NOSTRA SALUTE

0

Da oggi pubblichiamo una serie di approfondimenti realizzati in collaborazione con Fondazione Pro, la onlus che si occupa di diffondere la cultura della prevenzione e del benessere dell’uomo in tutte le fasi della sua vita

Il progetto Semi di salute vede l’accordo tra Fondazione Campagna Amica e Fondazione PRO, onlus che si occupa di diffondere la cultura della prevenzione e del benessere dell’uomo in tutte le fasi della sua vita. Questa iniziativa ha lo scopo di formare e informare la popolazione sui corretti stili di vita da adottare, abbracciando le diverse stagioni della vita, dall’adolescenza alla vecchiaia: parlerà quindi di salute sessuale e fertilità, ma anche di prevenzione dei principali tumori urologici della fascia giovane (tumore del testicolo) e della fascia adulta (tumore della prostata). Sempre più infatti si sente parlare di disturbi della prostata o disfunzioni di varia natura. Ebbene una corretta alimentazione e l’attività motoria, svolta responsabilmente, possono sicuramente implementare la salute. È per questo che chi si occupa di alimentazione, turismo e vita all’aria aperta con gli agriturismi, la Fondazione Campagna Amica, vede un partner di grande importanza in coloro i quali lavorano per la nostra salute, in questo caso la Fondazione PRO.

Proporremo a tutti i nostri amici sui social e i visitatori dei mercati, pillole di benessere ideate con i medici e i professori della Fondazione PRO, credendo fermamente di compiere un servizio per i cittadini.

Buona lettura!

Alimentazione e salute: mangiare bene per stare meglio

Il legame tra corretta alimentazione e salute è ormai cosa nota. Tra le molte conoscenze però le sorprese sono sempre dietro l’angolo. La relazione tra molecole contenute nel cibo e funzionamento dell’organismo è oggetto di studio continuo. Nello stile alimentare si nasconde ciò che vogliamo essere: la famosa espressione “siamo quello che mangiamo” si traduce non solo nelle scelte alimentari e relativi effetti sulla fisiologia dell’organismo ma anche e diremmo soprattutto sulle ricadute ambientali, sociali ed economiche. In poche parole, tutto è interconnesso.

Partiamo da un punto fisso che deve essere l’orizzonte verso il quale muoversi. Con tutto il rispetto per i regimi alimentari dei diversi paesi del mondo, l’alimentazione mediterranea è riconosciuta come la migliore al mondo per la varietà di prodotti utilizzati, la freschezza degli stessi e la capacità di trasformarli in ingredienti strepitosi per piatti tradizionali.

La piramide alimentare della dieta mediterranea quindi dovrebbe essere la mappa per potersi muovere e orientarsi nello stile di vita consapevolmente scelto: movimento e salute in cucina.

La base di questa piramide è rappresentata da frutta e verdura di stagione, fresca, acquistata da imprenditori agricoli di fiducia, fatta crescere e sviluppare su suoli sani, con acqua pura e aria pulita. L’acquisto di questi prodotti deve rispettare il km zero. Osservando le etichette dovremmo sempre scegliere alimenti del territorio, raccolti da poco e maturati nel contesto naturale che ne ha permesso lo sviluppo. Prodotti provenienti da altre parti del mondo potrebbero essere rischiosi in termiti salutistici e anche dallo scarso valore organolettico e nutritivo. D’altra parte l’agricoltura italiana, controllata e soggetta a norme molto severe, è anche la più sicura! Più porzioni diverse di frutta e verdura al giorno sono l’elisir di lunga vita. Cereali e legumi, compongono il secondo stadio della piramide alimentare. Una porzione di questa categoria di prodotti al giorno, permette all’organismo di rifornirsi di energia per le attività quotidiane e per la necessaria attività fisica. Frutta, verdura e cereali sono anche i prodotti meno inquinanti e che consumano meno risorse: ottimizzano l’energia necessaria per produrli e la restituiscono in kilocalorie da spendere.

Carne e uova fanno parte del terzo gradino. Un consumo attento ed equilibrato ci regala le proteine necessarie per la costruzione del corpo e la rigenerazione dei tessuti. Inoltre le funzioni immunitarie e enzimatiche ne risultano avvantaggiate in quanto la presenza di aminoacidi essenziali provenienti da prodotti di origine animale è elevata e idonea al fabbisogno dell’organismo. Non esageriamo per non affaticare reni e fegato. Anche in questo caso evitiamo carni da allevamenti intensivi e rivolgiamo la nostra attenzione ai piccoli allevatori che con attenzione al benessere animale ci portano nei mercati un prodotto assolutamente di qualità.

Arriviamo così ai trasformati che ci consentono di gustare prodotti dal sapore unico. Senza esagerare, questi toccasana per l’umore ed il piacere, vanno consumati una volta a settimana come regalo per i nostri sforzi in nome della salute. Lo stesso dicasi per i dolci. Evitiamo di esagerare con lo zucchero.

Un’ultima battuta merita l’olio. Scegliamo un prodotto di qualità. L’olio EVO migliore è quello che costa anche un po’ di più. Regaliamoci un “farmaco” naturale per la circolazione ed il corretto funzionamento del cuore.

Infine abbiamo cura di bere il giusto quantitativo d’acqua. Un litro e mezzo dovrebbe essere la quantità minima da introdurre nel corpo per mantenere una corretta idratazione che consente il giusto equilibrio nella concentrazione di sali, nella diuresi e nella pressione sanguigna.

Agriturismo e salute: la campagna ci accudisce!

Vivere all’aria aperta è una componente essenziale per uno stile di vita corretto. Se c’è una cosa che questa emergenza sanitaria ci ha insegnato e sulla quale siamo tutti d’accordo è la voglia, il gusto dello stare in mezzo alla natura e respirare senza filtri aria pulita.

La porta per la natura è rappresentata in larga parte dagli agriturismi di Campagna Amica. Quando si progetta un weekend o una vacanza più lunga in un qualsiasi territorio italiano la parola agriturismo fa immediatamente sognare luoghi bucolici con profumi, sapori e più in generale sensazioni che parlano al nostro inconscio. La campagna ci fa godere, ci tranquillizza, fa emergere in noi un richiamo ancestrale verso la vita, quella vera!

Poter immergersi nel paesaggio ha un valore terapeutico enorme. La psiche controlla molti organi, li sovrasta. Il benessere intestinale, cardiaco, respiratorio è legato in modo indissolubile al benessere psichico. Respirare aria pulita, nutrirsi con prodotti di stagione e del territorio ha un effetto diretto sulla nostra fisiologia. Pensiamo, ed è proprio il caso di questa collaborazione con Fondazione PRO, al benessere riproduttivo. Relax, abbandono di sé stessi conto gli stress del lavoro, mollare il super IO per qualche ora, rende la vita di coppia più “frizzante”.

L’agriturismo rappresenta il luogo accogliente che accudisce il visitatore. I tempi lenti della natura, l’intercedere cadenzato delle vacche al pascolo, lo sguardo delle pecore sedute sull’erba, la perfetta linearità dei frutteti genera ordine e ci ricarica per la vita settimanale. Così anche il prodotto del nostro lavoro quotidiano sarà migliore.

La rete degli agriturismi di Campagna Amica è pronta ad accogliervi e a mostrarvi le meraviglie dei territori del Bel Paese. D’altronde chi non riconosce all’Italia una certa nota romantica e sensuale? (campagnamica)

 

COMUNICATO STAMPA CONSIGLIERI MINORANZA COMUNE SAN NICANDRO

0

Nella serata del 10 aprile 2021, i consiglieri di minoranza Gianpaolo D’Antuono (PD), Mario D’Ambrosio(PD), Arcangela Tardio (PD), Pierpaolo Gualano (Un Cuore per SNG), Antonietta Tiscia (Un Cuore per SNG), Lorena Di Salvia (FI) e Fabrizio Tancredi (FI), dopo un’articolata discussione, prendono atto che la situazione politica cittadina è ormai degenerata sotto il profilo etico-amministrativo.

Ritengono, tra le altre cose, che l’ultima nomina assessorile rappresenti un atto che offende la dignità del popolo sannicandrese, già fortemente provata sotto il profilo sociale ed economico.

Concordemente decidono di assumere una posizione netta ed intransigente per porre fine a questa ormai indecorosa esperienza amministrativa.

Il nostro senso di responsabilità, pertanto, ci obbliga a fare una scelta estremamente rigorosa, quale quella di mettere a disposizione le nostre firme presso un notaio, attivando l’iter per lo scioglimento anticipato del consiglio comunale.

Umanamente dispiace dover giungere a questa decisione estrema. Ma i sottoscritti ritengono di aver assunto la decisione più giusta. Ora, mancano solo due firme per archiviare questa triste pagina di politica sannicandrese.

f.to D’Antuono Gianpaolo

f.to Tardio Arcangela

f.to D’Ambrosio Mario

f.to Tiscia Antonietta

f.to Gualano Piero Paolo

f.to Di Salvia Lorena

f.to Tancredi Fabrizio

VACCINAZIONI PER PERSONE SENZA FRAGILITA’ DAI 79 ANNI AI 60 ANNI, DOMANI 12 APRILE SOLO I 79ENNI

0

Con riferimento alla campagna vaccinale con Astrazeneca di persone da 79 anni ai 60 anni senza fragilità, in conformità con l’ordinanza n.6 del Commissario straordinario per l’emergenza Covid19, poiché la capacità di vaccinazione degli hub vaccinali è risultata superiore alle adesioni della fascia dei 79 anni già in programma, si è reso necessario sollecitare le Asl a procedere al riempimento degli slot di ogni singolo hub vaccinale.

Chi ha già effettuato l’adesione sul sistema “La Puglia ti vaccina”, avrà un accesso prioritario nei giorni e nella fascia oraria programmati.

Sarà però consentita parallelamente la vaccinazione con Astrazeneca a tutti coloro compresi nella fascia di età tra 79 ai 60 anni che non hanno avuto ancora possibilità di prenotarsi, in ordine di anzianità a partire da lunedì 12 aprile per i 79 enni.

Per evitare sovrafflusso per la giornata di lunedi 12 aprile verranno vaccinati negli hub della Puglia tutti i cittadini pugliesi senza fragilità di 79 anni (nati nel 1942). Martedi 13 aprile la vaccinazione sarà aperta alla fascia dei 78 anni (nati nel 1943). Ovviamente sino ad esaurimento dei vaccini disponibili.

Man mano che gli slot verranno saturati sarà consentito, a seguito di apposita comunicazione, sbloccare le altre fasce di età per ordine di anzianità per presentarsi agli hub per la vaccinazione. Si prega pertanto i cittadini che non rientrano nelle fasce di età indicate a non presentarsi presso gli hub vaccinali e ad attendere lo sblocco della loro annualità.

Sono sbloccate progressivamente da domani le adesioni sulla piattaforma “La Puglia ti vaccina” per le vaccinazioni per la fascia 69-60 anni. Domani si aprono le adesioni per chi è nato dal 1 gennaio 1952 al 31 dicembre 1953.

La disposizione del Dipartimento salute che è circolata in queste ore ha abilitato i dg delle Asl alla revisione del modello organizzativo in ossequio all’ordinanza del Commissario straordinario per l’emergenza Covid19 e va letta alla luce delle odierne determinazioni operative che le Asl adotteranno e quindi nel senso indicato da questo comunicato, come concordato con i direttori generali, l’Anci, i sindaci dei capoluoghi e i presidenti di provincia.

Si chiede alle testate giornalistiche di tenere conto del presente comunicato stampa, che dettaglia l’organizzazione a partire da domani.