LE PRIMARIE: LA SCELTA DEL CANDIDATO SINDACO PER UNA COALIZIONE DI PROGRESSISTI E MODERATI

0
247

Oggi l’elettorato vota anche in funzione delle capacità di attrazione dei singoli candidati e le stesse istituzioni della politica si sono adeguate, con la riforma del ’93 che ha introdotto l’elezione diretta dei Sindaci, alla valorizzazione di chi deve rappresentare la coalizione e che possa restituire all’azione politica locale l’efficacia e la legittimità che le logiche partitiche spesso ostacolano, le primarie diventano essenziali!

In autunno a San Nicandro ci recheremo alle urne e chiediamo ai progressisti ed ai moderati di utilizzare le primarie, che sono uno strumento di inclusione e partecipazione dei cittadini alla selezione effettiva del candidato Sindaco e un modello democratico per creare Pathos con gli elettori.

Le primarie aprirebbero una discussione pubblica su ciò che si vuole fare per dare nuova vita e spinta propulsiva ad un paese oramai in evidente stato comatoso. Le energie che si sprigionerebbero e la contaminazione delle idee che scaturirebbe da questo processo darebbero linfa e forza alla coalizione.

Le primarie sono un gesto d’amore per San Nicandro ed i progressisti non possono avere paura della partecipazione dei cittadini alla scelta di un candidato Sindaco di coalizione.

Una coalizione che vedrebbe la luce immediatamente, con l’impegno a sostenere chiunque venga scelto dai cittadini potremmo uscire dalla pandemia con una marcia in più.