LA TORRE DI MILETO NEL BUIO TOTALE SARA’ CHIUSA QUASI SEMPRE E CADENTE, FORSE, PER SEMPRE

0
632

Egregio direttore,

abbiamo aspettato, come cittadini “solo un anno” nella speranza di vedere che qualcosa cambiasse e la fase operativa di quest’Amministrazione Comunale e capire le sue “intenzioni” in merito alle varie fasi progettuali per rilanciare lo sviluppo locale in vari settori. Premetto che non mi pento, e non ci pentiamo in casa C.D.U., di averli votati al ballottaggio e fatti votare, mettendoci la faccia, perché dall’ altra parte tutto sarebbe stato, addirittura, peggiore (una mia opinione personale e quindi, soggettiva, perché noi del C.D.U. siamo stati determinanti per la sua affermazione…E NON CI SERVE NIENTE…NIENTE!).

Però, vedere un paese e il suo territorio ancora all’ abbandono, anche con quest’ultima amministrazione (come e forse, peggio delle tre precedenti), ci fa male e fra i tanti monumenti, siti e luoghi lasciati all’ abbandono totale ce ne sono alcuni che non possono e non debbono cadere nell’ oblio della memoria per tutti noi, come Monte d’Elio, parco S. Giuseppe, il Centro storico, con annesso il contenitore culturale-sociale di palazzo Fioritto e la Torre di Mileto. Ho letto sul suo blog di qualche mese fa che. :” E’ stato approvato lo schema dell’atto di trasferimento fra il demanio regionale e il nostro comune che stabilisce la destinazione d’uso dei locali della Torre di Mileto: 1°-Punto informazioni Turistiche Territoriali, 2°-Presidio estivo dell’ufficio di Polizia Locale; 3°-Presidio estivo di pronto Soccorso; 4°-Centro visite del Parco Nazionale del Gargano” e poi ancora (ammiro il suo forte senso dell’ottimismo di stampo più che manzoniano):”….finalmente si potrà procedere alla valorizzazione della struttura insieme all’ intera zona turistica di cui la torre fa parte”.

Perché, allora, parlo di tale torre e non ancora di altri monumenti che meritano la stessa identica attenzione se non di più? Solo perché ora il comune ne è proprietario ma ancora tutto langue in quell’ area che dovrebbe essere un po il nostro fiore all’ occhiello d’ingresso ad un Gargano che decolla, di contro, noi affondiamo giornalmente, sempre più. Quindi, si potrebbe ripartire dalla torre con una “riverniciata” culturale, una pubblica illuminazione costante per veder valorizzata la nostra marina di Torre Mileto con il suo simbolo: LA TORRE ARAGONESE (bastava non farla decadere di nuovo a pezzi, anno dopo anno, come hanno fatto, fino ad ora e senza scrupoli, tutte le amministrazioni comunali dal 2006 ad oggi, Ente Parco del GARGANO complice e responsabile compreso. Bastava, invece, che si operasse con piccoli progetti di sviluppo e di affidi “seri” ad associazioni motivate e non di parte ma rivelatosi, poi, inefficaci ed inutili come è avvenuto con “associazioni ombra o fantasma” in passato e si desse continuità e nella normalità, affinché questo nostro monumento di storia locale( fra i più ben tenuti e più grandi delle torri sparse per tutto il periplo dell’ex Regno delle Due Sicilie) riprendesse il suo ruolo di contenitore turistico-culturale e tornasse ad essere faro e punto di riferimento di uno sviluppo di un’area…SENZA ONERI PER L’ENTE! Ma in questo nostro paese la normalità quotidiana (a causa di manifesta incapacità amministrativa o, addirittura, voglia di emergere e “far pesare” al popolo delle concessioni che andrebbero date di corsa e senza raccomandazioni”, imponendo dei patti chiari e cristallini per la gestione dei nostri luoghi sensibili) diventa l’eccezionalità e il “ritorno al passato” è diventata una spiacevole componente, anche di quest’ultima amministrazione comunale fatta, anche da gente per bene, però tenuta in ostaggio da alcuni “mali homines” che detengono il potere assurdo di “vita o di morte” su ogni atto e anche sull’ aria che il sindaco deve respirare o meno e francamente non capisco perché il sindaco non la smette…e non lo voglio capire, perché il sindaco Ciavarella (che per me resta persona per bene) non riesce neanche a dare risposte per i più elementari servizi, per cui paghiamo le tasse più alte d’Italia. Leggevo speranzoso che qualcosa si sarebbe mosso almeno in merito a tale area quando ci fu il passaggio, a titolo gratuito, dal demanio dello Stato al nostro comune di tale torre e area circostante.

Egregio direttore, compresi anche il suo “sforzo” di decantare che finalmente la nostra amata torre di Mileto sarebbe stata volano di timido sviluppo per un principio di rinascita locale. Ma quando ho letto la delibera di Giunta che ne sanciva l’uso (a mio parere l’abuso) allora mi sento di scriverle che se tali sono gli indirizzi…Allora è la fine di tale monumento che cadrà nell’oblio più profondo, perché tali enti, tutti rispettabili, quali:  comando dei VV.UU. ; A.S.L o altri enti viciniori come l’ E.P.N.G. che verrebbero a gestirla NON CREERANNO MAI UN PUR TIMIDO PROGETTO DI SVILUPPO DELL’AREA E L’IMPIEGO APPROPRIATO DELLA TORRE affinché si possa creare un minimo flebile momento di sviluppo e le spiego il perché senza che tali enti o il locale comando dei VV.UU. me ne vogliano, perché convinto e senza ombra di cattiveria di essere nel giusto!

1**ENTE. PARCO NAZIONALE DEL GARGANO. Ha avuto fino ad ora l’affido di tale torre se mi dice chi se ne è accorto, chi l’ha visto e cosa ha dato di utile al nostro territorio? NIENTE…Anzi, la torre è rimasta sempre chiusa, non si è fatta una sola iniziativa a vantaggio del nostro territorio, solo furti, abbandono, nessuna manutenzione, ecc. (documenti alla mano); Quindi, che si fa? Si affida di nuovo la torre a chi non l’ha mai usata, l’ha tenuta chiusa per tutto il tempo, ce la svalutata rendendola un rudere abbandonato ad ogni sorta di vandalismi…e poi se dovesse passare tale sciagurato affido? LA TORRE RESTERA’ CHIUSA ANCORA PER ANNI E GLI UNICI VISITATORI SARANNO ANCORA LE TACCOLE E I PICCIONI!

2**COMANDO DEI VIGILI URBANI. Ammesso che ci siano gli uomini per recarsi in pianta stabile a Torre Mileto, ma non sarà mai così, perché la carenza di uomini e mezzi di tale comando locale non porranno mai la condizione per un nucleo operativo vero dei nostri vigili urbani…Neanche nei mesi estivi di luglio ed agosto! E poi per la restante parte dell’anno? LA TORRE RESTERA’ SEMPRE CHIUSA! Ma comunque non vedo come tale rispettabile comando possa valorizzare la nostra torre di Mileto!

3** PRESIDIO DI PRONTO SOCCORSO ESTIVO DELL’A.S.L. Sarà, forse, operativo per i soli mesi di metà luglio e agosto…e poi, per la restante parte dell’anno? LA TORRE RESTERA’ CHIUSA! Ma comunque, alla pari di quanto s.d., non vedo come un presidio sanitario temporaneo possa valorizzare la nostra torre di Mileto! Allora egregio direttore, con tutta la bontà del suo scrivere e l’amore che lei ed io nutriamo per questo territorio…Ma io non credo affatto che siano queste le condizioni affinché tale monumento locale torni a vivere e, soprattutto, a far rivivere un’area di una certa valenza storico-turistica e naturalistica, con queste direttive folli e sciagurate proposte da gente che, giornalmente, si rivela, sempre più, inaffidabile ed incompetente nell’ amministrare il nostro territorio e che spicca solo per inefficienza e litigiosità. Un monumento del genere NON PUO’ E NON DEVE ESSERE AFFIDATO AD ENTI CHE RAPPRESENTANO LO STATO, PERCHE’ ESSI SONO LIGI A DEI DOVERI NELL’ ESPLETARE IL LORO SERVIZIO E NON POSSONO, IN NESSUN MODO, CREARE LE CONDIZIONI DI FARO PER UNO SVILUPPO DI AREA AL QUALE TALE TORRE DOVREBBE ESSERE ADIBITA!! Tali enti e il nostro comando dei VV.UU., tutti rispettabili ed utili, devono avere altre sedi per svolgere il loro utile servizio durante la stagione estiva ma non nella TORRE DI MILETO…In essa assolutamente NO! Altrimenti, dopo anni di pericoloso abbandono, con estremi sacrifici, la rifacemmo nuova ed aperta ad un popolo con iniziative che portarono ad un numero di oltre 15000 visitatori nell’ arco dell’anno e tutto era in aumento…e poi? Ora la riportiamo, come una volta, ad un tetro, anonimo ed oscuro presidio dello Stato come lo era una volta quando la torre fu un presidio della Guardia di Finanza e non era permesso quasi a nessuno di aggirarsi nelle vicinanze perché “zona militare”. Certo che in questi anni di “salti del gambero” ne abbiamo fatti assai come comunità, a causa di amministratori poco accorti per il bene pubblico e molto accorti per le loro “faccenduole personali”…ma ora si esagera!!

ALLORA NON CI RESTA CHE TORNARE AL PASSATO?…E MO’ BASTA!

On. Nino Marinacci