VIESTE, IL COMITATO: “COSI’ LA FESTA DI SANTA MARIA DI MERINO”

0
294

Nella certezza, beneaugurante, che il prossimo anno tutto tornerà come prima, comunichiamo quali saranno le variazioni per la festa religiosa, concordata alla presenza del Presidente Alfredo Micale e di alcuni Rappresentanti delle Forze Armate, della chiesa locale e dell’Amministrazione Comunale.

Come di consueto alle ore 10,00 del 30 aprile il simulacro della Madonna, ornata dei suoi ori, sarà intronizzato sul suo baldacchino processionale (cassa di città), che sarà collocato dietro l’altare maggiore con un piccolo addobbo. Non ci saranno le statue dei Santi. Seguirà la celebrazione della Santa Messa presieduta dal Reverendo Don Giorgio Trotta, rettore del Santuario diocesano di Merino.

Il tutto avverrà a porte chiuse e senza la presenza dei fedeli. Saranno ovviamente presenti alcuni confratelli della confraternita di Santa Maria di Merino e due rappresentanti del Comitato. Animeranno tutte le funzioni religiose alcuni rappresentanti del coro interparrocchiale. In rispetto delle tante vittime della pandemia, non ci saranno i tradizionali 21 spari di fuoco d’artificio.Sarà possibile assistere alla celebrazione attraverso i canali televisivi dell’emittente Gargano TV, che ringraziamo per la loro generosa collaborazione.

Alle ore 18,00 di tutte le sere sarà celebrato il novenario con la celebrazione della Santa Messa. Anche queste verranno teletrasmesse dalla emittente Gargano TV.

Salvo diverse indicazioni, in nessun giorno del novenario sarà possibile l’accesso per la preghiera personale, questo per evitare assembramenti come da indicazioni Ministeriali. Ai vespri dell’8 maggio non ci sarà il consueto omaggio floreale in “pompa magna” con la presenza dell’Amministrazione Comunale e dell’intero Comitato. E’ prevista comunque una rappresentanza del Sindaco e (probabilmente) del Presidente del Comitato direttamente nella basilica cattedrale.A questo appuntamento non dovrebbe mancare il nostro Arcivescovo.

Per il giorno 9 Maggio, non avendo ancora ricevuto alcuna notizia, ci riserviamo di comunicarla appena possibile. Il dieci maggio, come da tradizione, alle ore 10.00 verrà celebrata la Santa Messa per la riposizione della Madonna nella cappella del popolo. Oltre ai sacerdoti, sarà possibile solo la presenza di alcuni confratelli della congrega di Santa Maria e di due rappresentanti del Comitato. Anche per questo rito non ci saranno i 21 colpi di fuoco d’artificio. Anche questa celebrazione sarà teletrasmessa da Gargano TV. Non seguirà ovviamente la tradizionale processione di ritorno delle statue di Sant’Antonio e di San Giuseppe verso la chiesa di San Francesco.

Tutti gli eventuali aggiornamenti saranno tempestivamente comunicati. Ci rendiamo conto della situazione strana e anomala alla quale tutti stiamo assistendo in modo inerme. Non avremmo mai pensato che nel tempo attuale saremmo caduti in una tale emergenza pericolosa che ci avrebbe riportato ai secoli passati. Ma è successo!!

E, per dirla come ha esortato il Papa, ognuno di noi ha il dovere di obbedire alle disposizioni del Governo. E noi obbediamo, implorando la Madonna di farci ritornare liberi subito!

IL COMITATO FESTIVITA’ SANTA MARIA DI MERINO