UNIVERSITA’ DEL SUD A RISCHIO SCOMPARSA ENTRO 15 ANNI

0
460

Entro 15 anni le università del Sud rischiano di sparire: lo ha detto il presidente della Svimez, Adriano Giannola, intervenuto al convegno su Innovazione e Mezzogiorno che si è svolto a Benevento nella sede dell’Associazione Futuridea. Secondo Giannola, “c’è un progetto per distruggere le università del sud, che sta andando avanti con cinismo da circa 9 anni, e che rischia di farle sparire nel giro di 15 anni.”
A lanciare l’allarme il quotidiano napoletano “Il Mattino”, che dedica alla presa di posizione di Giannola un ampio servizio.

Il problema principale, secondo il presidente della Svimez – scrive ancora “Il Mattino” -, sono i criteri utilizzati per ripartire i fondi alle università: “per esempio uno dei parametri adattati è dare più risorse a chi ha più studenti in corso. Al Sud – sottolinea – ci sono più studenti fuori corso a causa di difficoltà oggettive, come essere pendolare e dover impiegare tutti i giorni ore per arrivare all’università”. Poi un altro criterio è dare più fondi a chi ha la maggiore capacità di attrarre investimenti da privati ma “è ovvio – rileva Giannola – che in una realtà con difficoltà di sviluppo e con poche imprese è più difficile attrarre investimenti di questo tipo”.
L’articolo de “Il Mattino” è stato ripreso e rilanciato sul social network dal sindaco di Biccari, Gianfilippo Mignogna, che lo ha così commentato: “Secondo il presidente dello Svimez “entro 15 anni le Università del Sud rischiano di sparire”. Visto l’andazzo, probabile che a quella data saranno già spariti ‪#‎piccolicomuni, servizi pubblici locali, ospedali, ecc.. in cambio magari di qualche trivellazione nei nostri mari, di qualche altra ATO e di altre cose strane. E quando ci svegliamo tutti quanti?” (letteremeridiane)

Invia una risposta