SATURIMETRO GRATIS IN FARMACIA: CHI PUO’ RICHIEDERLO?

0
1552

A partire dal 11 gennaio, in 1.200 farmacie in tutta Italia è possibile richiedere un saturimetro gratis, grazie ad un’iniziativa della Società italiana di pneumologia. Vediamo insieme chi può farne richiesta.

La Società italiana di pneumologia (Sip), in collaborazione con Federfarma, ha lanciato un’importante iniziativa volta a prevenire le complicazioni gravi legate al Covid. A partire da oggi verranno distribuiti 30 mila saturimetri gratis ai cittadini in tutta Italia.

Ad annunciarlo è stato Luca Richeldi, presidente della Società italiana di pneumologia e componente del Comitato Tecnico Scientifico (Cts).

L’importanza del saturimetro. Strumento poco conosciuto prima che scoppiasse la pandemia di Condi-19, il saturimetro si è rivelato fondamentale in questo periodo, in quanto consente di capire se ci sono complicazioni a livello respiratorio che richiederebbero l’intervento del personale specializzato.

Gli esperti consigliano di averne sempre uno in casa per rilevare la quantità di ossigeno nel sangue e accertare l’insorgenza di eventuali complicazioni.

Abbiamo infatti imparato, nel corso di questo anno, che l’ossigenazione del sangue è un parametro di riferimento per monitorare lo stato di avanzamento del Covid che, in casi seri, comporta difficoltà respiratorie, le quali riducono appunto il livello di ossigeno nel sangue, indice del rischio di polmonite interstiziale, grave complicanza del virus.

Il saturimetro riporta un valore percentuale dell’emoglobina legata all’ossigeno, che in condizioni normali dovrebbe attestarsi tra il 98 e il 100%. Un livello inferiore al 94-92% potrebbe costituire un campanello d’allarme che, dunque, non va sottovalutato. In questo caso, infatti, è bene consultare il proprio medico per valutare se è necessario un controllo in ospedale.

Ed è proprio al fine di fare prevenzione che, a partire da oggi, lunedì 11 gennaio, saranno distribuiti saturimetri a titolo gratuito in circa 1.200 farmacie.

Come spiegato da Richeldi, il progetto nasce “dall’esigenza di far conoscere questo dispositivo, che serve a misurare il grado di ossigenazione del sangue e che può essere un ‘alleato prezioso per prevenire le complicanze gravi da Covid”.

Il presidente Sip ha sottolineato l’importanza del saturimetro, che, dice, “dovrebbe essere presente nelle nostre case quasi come se fosse un secondo ‘termometro”. Richeldi ha chiarito che i primi saturimetri sono stati acquistati grazie alle donazioni fatte alla Sip e Federfarma si occuperà della distribuzione sul territorio. L’obiettivo è distribuirli nell’arco di 1-2 mesi.

Saturimetro gratis: chi può farne richiesta?

L’iniziativa è rivolta a tutti quei nuclei familiari all’interno dei quali ci sono persone affette da patologie respiratorie.

La prevenzione è fondamentale per chi soffre di queste patologie ed è piú esposto ai rischi legati al contagio da Covid, ma anche per chi, per un fattore di età o per altre malattie pregresse, correrebbe maggior rischio di incappare in complicanze in caso di contagio.

Gran parte dei soggetti con malattie respiratorie, ha spiegato Richeldi, “sono a rischio più alto di complicanze gravi se infettati dal nuovo coronavirus Sars-Cov-2”.

Inoltre, ha sottolineato, il saturimetroè fondamentale anche per individuare i pazienti che necessitano di ricovero in ospedale: “Se il valore segnalato è sotto il 92% va avvertito subito il medico e si può rendere necessario il ricovero. Così anche per il medico è più facile monitorare i pazienti”, ha affermato il presidente Sip.

Anche in assenza di problemi respiratori è consigliato di monitorare le proprie condizioni con il saturimetro, per “evitare ricoveri inutili”.

Da oggi, dunque, come esplicato da Richeldi, le famiglie al cui interno c’è almeno un membro affetto da patologie respiratorie potranno recarsi in farmacia e richiedere gratuitamente un saturimetro. Tuttavia, all’iniziativa hanno aderito solamente 1.200 farmacie in tutta Italia e i saturimetri a disposizione sono soltanto 30 mila.

Ad ogni modo, ricorda Richeldi, c’è la possibilità, per chi ne avesse bisogno, di andare in farmacia per un test gratuito del livello di ossigeno nel sangue.

Le parole del presidente di Federfarma

Anche il presidente di Federfarma, Marco Cossolo, ha parlato dell’iniziativa, affermando che si “punta ad educare i cittadini sull’importanza dell’utilizzo del saturimetro, ancora poco conosciuto”. “La dotazione che abbiamo è di 30mila apparecchi, circa 22 per ognuna delle 1.200 farmacie impegnate nella campagna, ma speriamo di poterne avere ancora in seguito”, ha aggiunto.

Cossolo ha infine chiarito che “il dispositivo verrà distribuito in questa fase principalmente a pazienti con asma e bpco (broncopneumopatia cronica ostruttiva, ndr), che in Italia in totale rappresentano circa 1 milione di persone”. (attuttonotizie)