SAN NICANDRO, UNA NUOVA BIRRA ANTIGIANALE “BARACCUS WEISS”

0
674

Non si sa se fanno sul serio o è solo un modo per gustare la birra fatta in casa da loro. E’ l’iniziativa di Marcello Berardi, Nunzio Paganella e di Giovanni Paganella che si sono messi in gioco per produrre birra. Dai “prototipi” che sono stati già assaggiati e gustati da intenditori sembra proprio che sia di buona qualità e che possono arrivare a indici di eccellenza.

Ma come è nata questa idea? Quasi per scherzo. Munendosi di attrezzi artigianali hanno utilizzato l’avena garganica (sembra di Cagnano Varano) con risultati apprezzabili. Tutto questo qualche tempo fa. Ma la notizia è che ora si stanno costruendo le attrezzature artigianali necessarie per una produzione più cospicua utilizzando ingredienti selezionati come il luppolo di qualità, malto artigianale, acqua utilizzata che è determinante per la definizione precisa del gusto e di un sapore che abbia una propria personalità.

I tre amici si ritengono molto soddisfatti di questa iniziativa anche per l’attenzione verso l’intero processo produttivo fino all’imbottigliamento, cosa abbastanza delicata per una birra artigianale.

Come l’hanno chiamata la loro birra? Semplicemente “Baraccus Weiss” in omaggio alla strada (Via Baracche) ove loro abitano e lavorano. Quando si avvierà la produzione il consiglio è quello di assaggiarla e “In bocca al luppo-lo”