SAN NICANDRO, PREMIO SPI CGIL A RAFFAELLA CHE COMPIE 102 ANNI

0
732

Compirà 102 anni il prossimo 25 novembre Raffaella Contessa. Ieri, mercoledì 16 novembre 2022, il Sindacato Pensionati SPI Cgil l’ha voluta premiare: “alla Compagna Raffaella Contessa, per la sua lunga e attiva militanza nel Sindacato, in difesa dei diritti delle donne, dei lavoratori e dei pensionati”. C’è scritto così sulla targa che le è stata consegnata assieme a uno splendido mazzo di fiori. Per Raffaella Contessa, che ha superato già da un po’ le 100 candeline sulla torta, una vita tra lavoro, famiglia e impegno nel sindacato. Assieme a lei, durante l’assemblea congressuale della Lega Spi Cgil di San Nicandro, è stato premiato anche Costantino Tardio, che compirà 90 anni venerdì 18 novembre: anche per lui una targa e, al posto dei fiori, tre bottiglie di vino da bere alla salute sua e a quella delle compagne e dei compagni del sindacato. A consegnare i premi, accanto al segretario cittadino del sindacato Matteo Di Lella e al segretario generale SPI Cgil Foggia Alfonso Ciampolillo, c’era anche Matteo Vocale, sindaco di San Nicandro Garganico: “Il Sindacato dei Pensionati fa un lavoro essenziale e importantissimo per il nostro paese”, ha dichiarato il primo cittadino. “Per questo motivo, stasera, sono qui insieme a voi, a ringraziarvi per il costante impegno in favore della popolazione”.

IL FURTO E LA SOLIDARIETA’. Qualche settimana fa, la sede della Camera del Lavoro di San Nicandro è stata messa a soqquadro da ignoti. Introducendosi notte tempo nella struttura, hanno danneggiato computer e locali, causando danni per complessivi 4mila euro. In 10 giorni, grazie a una sottoscrizione tra i tesserati e al contributo dei livelli provinciali e regionali del sindacato, i danni sono stati riparati e gli uffici del patronato sono stati messi nelle condizioni di tornare a erogare servizi e assistenza.

DONNE PROTAGONISTE. Ed è proprio il patronato della CGIL, qui a San Nicandro, a svolgere un compito prezioso, insostituibile, per tanti anziani alle prese con le loro pensioni, le cartelle esattoriali, una burocrazia che spesso è ostica, poco comprensibile, farraginosa e lenta. Le donne del patronato si prendono in carica le pratiche, istruiscono i ricorsi quando c’è da rivendicare un diritto non rispettato, seguono e assistono pensionati e lavoratori.

ORGOGLIO SPI CGIL. “Nessuno ci ha mai regalato qualcosa, ricordiamocelo”, ha detto Alfonso Ciampolillo. “Era da 11 anni che le pensioni non venivano rivalutate, gli aumenti che saranno percepiti da gennaio li abbiamo ottenuti in forza di un accordo raggiunto col governo che era in carica due anni fa, quindi il governo attuale non c’entra niente. Ora la Meloni e il suo Consiglio dei Ministri hanno annunciato tagli alla spesa pubblica per un miliardo. Ecco perché è necessario continuare a lottare sempre, come ci insegnano le storie di Raffaella Contessa, di Costantino Tardio e di tutti i compagni e le compagne che in queste settimane stiamo incontrando nei paesi e nelle città della Capitanata. Con la tappa di San Nicandro Garganico, e considerando Foggia come punto di partenza, la ‘marcia congressuale’ dello SPI Cgil in giro per la provincia ha percorso finora 471 chilometri, toccando 7 comuni e mettendo insieme oltre 14 ore di discussione e confronto.

Dopo le tappe di Lucera, Manfredonia, San Giovanni Rotondo, Orsara di Puglia, Cerignola, Foggia e San Nicandro Garganico, nei prossimi giorni saranno celebrate le assemblee congressuali di San Severo, Vico del Gargano e Orta Nova.