SAN NICANDRO, LOCALI PUBBLICI CON PORTACENERE ALL’ESTERNO

0
497

Siccome la nuova amministrazione sembra tenere a cuore il decoro pubblico e la pulizia delle strade ed altro, si vuole ricordare a tutti gli esercenti bar, ristoranti, birrerie e locali pubblici in generale che è sempre in vigore la legge n. 221 del 2015 che comprende anche disposizioni volte a sensibilizzare e influenzare i comportamenti quotidiani dei cittadini, a partire dalla raccolta differenziata, come pure le sanzioni previste per la violazione dei più elementari doveri civici, in particolare punendo il consolidato malcostume di gettare a terra rifiuti di piccole dimensioni, quali mozziconi, gomme da masticare, fazzolettini o scontrini.

In virtù di questa normativa, i titolari di esercizi pubblici che non installano i posacenere all’esterno dei locali saranno soggetti a sanzioni al fine di salvaguardare la pulizia e il decoro urbano negli spazi pubblici e assicurare la tutela igienico sanitaria.

Quindi, a dotarsi di contenitori portacenere (che sono esenti dal pagamento per l’occupazione di suolo) dovranno essere bar, ristoranti, pizzerie, chioschi ma anche tabaccherie, centri scommesse, cinema, teatri, banche e uffici postali. Insomma tutti i luoghi aperti al pubblico. I controlli sono affidati agli agenti della polizia municipale ma agli eventuali ispettori della società che gestisce i rifiuti.

E’ evidente che anche il comune deve fare la sua parte e cioè dotare il proprio territorio, le strade, i parchi e i luoghi di maggiore aggregazione sociale, di appositi raccoglitori e portacenere, finalizzati propriamente alla raccolta dei mozziconi dei prodotti da fumo.

Se le casse comunali non permettono la fornitura di cui sopra, è previsto che le risorse devono derivare dall’irrogazione delle sanzioni per l’abbandono dei piccoli rifiuti. Le norme di legge esistono e spetta al comune farle rispettare anche con un’azione preventiva di informazione e di sensibilizzazione.

Insomma, il decoro di una cittadina come San Nicandro passa anche da questi piccoli gesti di civiltà.