SAN NICANDRO, IL TRASPORTO PUBBLICO VA IMPLEMENTATO NON TAGLIATO

0
495

Fino all’ultimo consiglio comunale di venerdì 23 Settembre, nè il sindaco Ciavarella, nè l’assessore Berardi avevano dato una sola spiegazione plausibile alle interrogazioni dei consiglieri Tardio, D’Ambrosio e D’Antuono circa l’interruzione del servizio in atto dal 13 agosto, lasciando a casa 4 dipendenti dell’azienda e lasciando a piedi un intero paese nell’indifferenza più assoluta.

Il martedì 25 Settembre successivo in seguito ad una manifestazione di protesta spontanea indetta dagli studenti, alla quale noi abbiamo partecipato, l’amministrazione è corsa ai ripari promettendo pubblicamente che: “IL TEMPO DI UNA SETTIMANA E UNA CIRCOLARE TORNERÀ MENTRE L’ALTRA SARÀ RIMESSA IN CIRCOLAZIONE ENTRO 10 GIORNI”.

La prima circolare è tornata in effetti lunedì scorso, per la seconda invece niente da fare, eppure il termine dato è passato abbondantemente senza alcuna comunicazione. Ciò che non quadra poi è il contratto trimestrale stipulato in fretta e furia con la vecchia ditta. Se i mezzi sono 2 perché il contratto ne contempla solo uno? Cosa ne sarà della seconda circolare eventualmente ripristinata?

Non è vero che i mezzi sono obsoleti, sono stati comprati dal centro-sinistra nel 2011 e poi, basta pensare che quelli tutt’oggi in uso per la scuola primaria sono del 2003.

Il trasporto pubblico ha funzionato persino sotto il dissesto e adesso viene tagliato?!

Sindaco, cercate di sforzarvi a capire il disagio provocato a quei cittadini che prendono le circolari per necessità. Assessore offendere chi la pensa diversamente non è una risposta e non si addice a chi dovrebbe rappresentare con decoro l’intera comunità.

Il Direttivo Cittadino