SAN NICANDRO E IL “BONUS VERDE 2018”. ECCO LA GUIDA SU COME USUFRUIRNE

0
519

Con il Bonus verde, per il 2018 è prevista una detrazione del 36% dall’Irpef delle spese sostenute su unità immobiliari a uso abitativo con un limite massimo di 5000 euro di spesa (e quindi con una detrazione massima di 1800 euro) a singola unità immobiliare per interventi relativi alla sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi, realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Chi può farlo, per quali attività, con che percentuale? Ecco i chiarimenti per i sannicandresi.

La legge di stabilità 2018 (L. 205/2017) ha introdotto il bonus verde. In particolare, si tratta

  • di una detrazione Irpef del 36%
  • sulle spese sostenute per la sistemazione di giardini, terrazzi, coperture,
  • entro un limite massimo di spesa di 5mila Euro per ogni unità immobiliare,
  • da ripartire in 10 quote annuali di pari importo (il che si traduce in una detrazione massima di 1.800 Euro, con rate da 180 Euro).

I primi chiarimenti relativi a questo nuovo bonus sono arrivati con Telefisco 2018, dove l’Agenzia ha precisato che:

  • le spese per la manutenzione ordinaria annuale di giardini preesistenti (sia privati che condominiali) non sono agevolabili. E’ ammessa invece la manutenzione quando connessa ad un intervento idoneo al bonus, come la sistemazione a verde o la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili;
  • i lavori in economia (ossia quelli fatti direttamente dal contribuente) sul proprio giardino o terrazzo non sono agevolabili;
  • nel caso di interventi sia su parti comuni che su parti private, il bonus spetta entrambe le volte, su due distinti limiti di spesa agevolabile di 5 mila Euro ciascuno pertanto il bonus complessivo è di 10 mila euro;
  • il pagamento delle spese può avvenire con assegno, bancomat, carte di credito, bonifici ordinari.

Invia una risposta