SAN NICANDRO, ABITUARSI A PREFERIRE I PRODOTTI LOCALI

0
645

Dopo la Fiera d’Ottobre, il mercato quindicinale successivo e la riproposizione del mercato per il venerdì poi revocato dal sindaco sembra opportuno un approfondimento sulla ricaduta di tali fenomeno sull’economia di San Nicandro. Tutti hanno ragione. Infatti hanno ragione coloro che sono favorevoli anche al mercato settimanale nell’ottica del risparmio in quanto i prezzi sembrano essere più bassi, ma, nel contempo, hanno ragione i produttori e gli esercenti locali in quanto quel risparmio eventuale molto spesso non si coniuga proprio con la convenienza all’acquisto per la qualità dei prodotti offerti. Insomma che fare? Un problema che non trova soluzione giusta.

Su un fatto, però, bisogna essere tutti d’accordo e cioè preferire cibo locale e di stagione. Certo, per alcuni tipi di alimenti non abbiamo a disposizione un’alternativa locale ma possiamo fare scelte diverse per gran parte della frutta e della verdura che di solito portiamo sulle nostre tavole.

Ecco alcuni motivi importanti per preferire il cibo locale e di stagione. Scegliere il cibo locale significa preferire i prodotti di stagione ed essere sicuri che lo siano dato che vengono coltivati proprio vicino a noi. Questa buona abitudine favorisce una maggiore varietà nel menù. Se in inverno provassimo a rinunciare alle verdure tipiche dell’estate (coltivate in serra o che arrivano da lontano), scopriremmo un mondo di nuovi sapori. Alcune persone sono talmente abituate alla propria spesa che non sanno più quali sono i prodotti tipici che vengono coltivati nelle vicinanze. Molti agricoltori li stanno riscoprendo e stanno dando spazio a varietà antiche e quasi dimenticate sui propri terreni. Le vitamine presenti nella frutta e nella verdura iniziano a deteriorarsi già dal momento in cui questi prodotti vengono raccolti. Cosa rimane del loro valore nutritivo dopo che avranno affrontato un lungo viaggio? Ecco un motivo in più per andare alla ricerca di prodotti coltivati nelle vicinanze e da acquistare sul posto. Poi c’è il fattore importante di supportare l’economia di San Nicandro. Infatti, con le nostre scelte d’acquisto possiamo provare a supportare dal punto di vista economico le aziende agricole della nostra zona e i piccoli produttori. Soprattutto in un periodo di crisi come questo, sono proprio le realtà locali ancora legate alle tradizioni a soffrire di più. Sono molte le aziende agricole che ogni anno chiudono i battenti perché le giovani generazioni non possono subentrare nella gestione per mancanza di reddito. Gli agricoltori locali che possono vendere i loro prodotti e ottenere così un prezzo pieno, sono in grado di non essere strangolati dalla morsa del mercato, potendo così continuare a sostenere le loro famiglie, a fare il lavoro che amano e far vivere il territorio dove abitano.

L’invito, in definitiva, è quello di mangiare “locale” e favorire l’economia della nostra cittadina.