LETTERA APERTA AI SINDACI DI SAN NICANDRO, APRICENA, CAGNANO E SAN SEVERO

0
2237

Il sottoscritto STA GUARDANDO un PROGRAMMA sullo SPOPOLAMENTO dei PAESI del SUD ITALIA e, sinceramente, PIANGE il CUORE nel vedere UN PEZZO di STORIA che VA VIA dal PROPRIO PAESE NATIO, soprattutto nel mezzogiorno d’ITALIA: PAESI INTERI che si SPOPOLANO (BASILICATA 90%, CALABRIA 70%, ecc.)  per MANCANZA di LAVORO e STRUTTURE (tra cui STRADE, ecc.), MANCANZA di INVESTIMENTI nel CAMPO della RICERCA SCIENTIFICA, del TURISMO, dell’AGRICOLTURA, della TRASFORMAZIONE dei PRODOTTI AGRICOLI o ALLEVAMENTI ITTICI (da RIVITALIZZARE i LAGHI di LESINA e VARANO) e ALTRE ATTIVITA’ PRODUTTIVE.

Ecco, quanto esposto sopra lo vorrei porre all’ATTENZIONE dei SINDACI del MERIDIONE ed in particolar modo, tra questi, dei SINDACI di Sannicandro Garganico, Lesina, Apricena, Cagnano, San Severo, ecc. per FAR RINASCERE PARTE del MERIDIONE d’ITALIA (la TANTO BISTRATTATA e DIMENTICATA Provincia di FOGGIA), UTILIZZANDO anche i FONDI del PNNR (i FAMOSI 209 MILIARDI che il Governo CONTE è riuscito a ottenere dall’EUROPA).

Tale richiesta è fatta nell’interesse dei GIOVANI (e, NON SOLO) e FAMIGLIE INTERE che, come e peggio degli ANNI ’60, sono costretti, per MANCANZA di POSTI di LAVORO nel PROPRIO PAESE NATIO, ad EMIGRARE nel NORD ITALIA o, addirittura, all’ESTERO: Germania, Svizzera, Inghilterra, ecc.

Si RIBADISCE: tale richiesta è fatta per le nuove generazioni (e, non solo) in quanto lo scrivente, già dal 1962, dopo aver fatto l’emigrante a Stoccarda (come postino nelle Poste Federali Tedesche) è riuscito, successivamente, dopo aver ripreso gli studi in Italia, a trovare impiego nella P.A., come Direttore SSGGAA presso la scuola pubblica (alle dipendenze del Ministero P.I.) nel NORD ITALIA.

Pertanto, si AUSPICA che i GIOVANI d’OGGI abbiano delle opportunità di lavoro nel PROPRIO PAESE NATIO, OPPORTUNITA’ che a noi GIOVANI di ALLORA ci  sono  STATE NEGATE.

Nunzio Caruso