IL GUAZZABUGLIO DELLA NUOVA COMMISSIONE UE

0
546

Tra Brexit ed euroscettici nel prossimo Europarlamento si prevedono tempi lunghi

Avremo difficoltà e tempi lunghi per formare la nuova Commissione Europea. I giochi inizieranno dopo la Brexit, ossia dopo il 31 ottobre 2019 quando (forse) sapremo se e come i britannici usciranno dall’Ue. Quella data è stata indicata proprio perché a partire dal primo novembre dovrà esserci il nuovo Presidente della Commissione, che non dovrà essere scelto anche dai britannici. Il nuovo Presidente, a sua volta, dovrà nominare i nuovi Commissari, operazione che è sempre risultata difficile, ma che questa volta sarà particolarmente complicata.

In effetti diversi Paesi, a cominciare dal nostro, saranno governati da euroscettici che vorranno Commissari a loro volta euroscettici. Ma i Commissari dovranno avere un gradimento da parte del Presidente della Commissione e dovranno superare il vaglio del Parlamento Europeo. Tanti ostacoli che lasciano intendere tempi lunghi e tensioni per formare la nuova Commissione, al punto che è probabile che le prossime leggi di bilancio dei Paesi europei, compresa la nostra, finiranno per essere giudicate dall’attuale Commissione, o meglio, da ciò che ne resterà, dato che alcuni degli attuali Commissari saranno già allocati ad altri destini. Un vero guazzabuglio. (inpiu)

Innocenzo Cipolletta