FORZA NUOVA: “NO ALLA CHIUSURA DELL’OSPEDALE DI LUCERA”

0
627

Nella notte militanti di Forza Nuova hanno affisso uno striscione nei pressi dell’ ospedale Lastaria di Lucera, il coordinatore regionale della Puglia Mimmo Carlucci ed il segretario provinciale della provincia di Foggia Alessandro Rinaldi dichiarano” il piano di riordino ospedaliero previsto dalla giunta regionale guidata da Emiliano ricalca le scellerate scelte dei suoi predecessori Fitto ed Emiliano, invece di mettere mano agli sprechi e di cacciare i lobbisti della sanità pugliese legati ai grandi interessi del business della sanità, si preferisce penalizzare i malati, come sempre destra e sinistra negli anni sono deboli con i forti e forti con i deboli, chi ne paga le conseguenze sono i cittadini pugliesi; cambiano i colori politici delle giunte regionali ma le lobby trasversali della sanità non vengono mai toccate, e per esigenze di bilancio è facile programmare di sopprimere gli ospedali come nel caso di Lucera, oppure di prevedere un drastico ridimensionamento enorme come sarà fatto a Manfredonia, la cui struttura diventerà un centro per malati cronici e non autosufficienti. La proposta di Forza Nuova è chiara, semplice e radicale, eliminare gli sprechi di cui la ASL di Foggia negli anni è diventata tristemente famosa, e mantenere le strutture esistenti potenziandole, vorremmo ricordare ad Emiliano che la chiusura ad esempio dell’ospedale di Lucera appesantirà ancora di più la situazione ormai insostenibile degli ospedali riuniti di Foggia, dove i malati a volte per due o tre giorni devono stazionare all’interno del pronto soccorso, negli ultimi anni questa è diventata la regola e non l’eccezione, possibile che manager e supermanager nelle ASL pagati con i soldi pubblici non riescano a presentare un piano che eliminando gli sprechi non penalizzino i cittadini? Il nostro sospetto e che nella sanità pugliese chi comanda sono le lobby della sanità, le multinazionali dei farmaci, al taglio incondizionato e penalizzante per i cittadini Forza Nuova propone una proposta di pulizia e trasparenza, che ad oggi Emiliano non sa dare, il governatore regionale è in linea con i suoi predecessori, disagi ai cittadini, privilegi mantenuti per i burattinai della sanità.”

Invia una risposta