FESTA PATRONALE SAN NICANDRO, DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA E PROTEZIONE

0
1042

Considerata la necessità di assicurare il corretto svolgimento della manifestazione, al fine di prevenire situazioni di criticità per l’ordine e la sicurezza pubblica causate dal consumo di bevande in recipienti in vetro che potrebbero concorrere a creare comportamenti pericolosi per l’incolumità pubblica, il sindaco ha emanato una specifica ordinanza. Ecco i punti rilevanti della stessa.

Nei giorni 16, 17, e 18 giugno 2022, durante gli orari di svolgimento della Festa Patronale, fermo restando il divieto di somministrazione di bevande alcoliche ai minori di anni sedici nei pubblici esercizi:

  1. il divieto assoluto di vendere bevande in recipienti di vetro a tutti i titolari di autorizzazione alla vendita itinerante, pubblici esercizi, nonché attività commerciali del settore alimentare ubicati nelle zone centrali della città che presenzieranno alla manifestazione e a tutti i titolari degli esercizi pubblici ubicati in vie adiacenti e prospicienti, nonché alle associazioni ed ai soggetti privati che organizzano la manifestazione;

2.il divieto a chiunque, in qualsiasi forma, compresi gli approvvigionamenti attraverso distributori automatici, di introdurre bevande di qualsiasi natura in contenitori di vetro e similari-sia per uso personale che con l’intento di distribuirle a titolo gratuito -all’interno del perimetro del centro urbano ove si svolgerà la manifestazione;

3.il divieto di cui ai precedenti punti non opera nel caso che la somministrazione e la conseguente consumazione avvenga all’interno dei locali e sulle superfici esterne autorizzate alla somministrazione;

4.il divieto di abbandono di bottiglie di vetro, lattine, vassoi, contenitori vari, di plastica, carta, vetro, cartone, cellophane e simili, al fine di evitare pregiudizi e danni al decoro urbano ed ambientale, in tutte le aree interessate alle manifestazioni e all’occupazione di posteggi, da parte degli operatori commerciali assegnatari, in quanto possibili pericoli per l’incolumità e la sicurezza delle persone;

5.l’obbligo da parte degli operatori che svolgono attività di commercio su area pubblica assegnatari di posteggi nei luoghi interessati alla Festa Patronale, di conferire i rifiuti prodotti durante l’attività di vendita (scarti di cartoni, cellophane, etc.), in appositi sacchi, forniti dalla ditta di igiene urbana, da lasciare sul posto di vendita alla fine delle attività, conferendo separatamente gli imballaggi in cartone, plastica e legno, rigorosamente privi di rifiuti, da depositare, accostati in maniera ordinata, sulle medesime aree di vendita al termine delle attività.