EDITORIALE DELLA DOMENICA, BUONA LA PRIMA. ED ORA?

0
501

Sembra che le cose vadano bene a San Nicandro. Sembra che qualcosa cominci a funzionare. Per la raccolta rifiuti, almeno finora, pare che si sia trovato il giusto verso per avere una raccolta differenziata importante, le strade cittadine sono più pulite, sono state istallate le foto trappole per disincentivare comportamenti che minano il decoro cittadino. Il 2019 è iniziato con un bellissimo carnevale. Sia pur all’ultimo secondo, i progetti per la rigenerazione urbana sono stati presentati alla Regione Puglia e si aspetta solo il via libera definitivo. Oggi è una giornata attesa per l’evento della cuccagna che dovrebbe ripristinare una nostra vecchia tradizione e che, si crede, potrà diventare un appuntamento annuale per la cittadinanza. Poi cominceranno gli eventi della festa patronale e quelli estivi che possono essere preparati in tempo per offrire un buon programma, anche qualitativo, di manifestazioni ai sannicandresi.

Insomma pare che tutto stia andando per il verso giusto. Sarà proprio così? Finalmente per la prossima settimana è stato convocato il consiglio comunale e già si potrà cominciare a capire qualcosa in più sull’effettivo stato di salute della maggioranza. Non ci dovrebbero essere scossoni importanti ma, dopo tutte le vicende passate, occorrerà capire se c’è ancora qualche malumore all’interno. Nulla di veramente grave anche se si continua a parlare che ci possa essere del fuoco sotto la cenere che potrebbe essere definitivamente spento da possibili dichiarazioni di qualche consigliere all’interno della discussione consiliare.

Insomma, per avere la certezza che nel clima politico della maggioranza sia tornata la primavera, proprio come l’inizio della stagione climatica, occorrerà che sia stata già conclusa una verifica seria sui problemi evidenziati qualche mese fa per i quali c’è stata una rimodulazione all’interno della giunta e della carica del vice sindaco. Se questo passaggio è stato esperito ed è stato metabolizzato da tutti allora ci può essere il via libera per una nuova programmazione e per le scelte politiche a favore della nostra cittadina. Se questo passaggio non è stato ancora completato, sarebbe opportuno che il primo cittadino mettesse definitivamente la parola fine a questa incertezza amministrativa e politica che potrebbe fare danni a tutti.

Il Direttore