COMMERCIANTI: “TROPPE RICHIESTE DI CONTRIBUTI PER LE FESTE”

0
518

Un nutrito gruppo di commercianti di San Nicandro hanno manifestato disappunto per le moltissime richieste di contributo che vengono chieste per le manifestazione, feste, eventi che si svolgono in città.

Non è un rifiuto a non voler più aderire a questo tipo di richieste, ma si evidenzia che per ogni manifestazione sono sempre loro che devono contribuire economicamente. Il loro invito alle associazioni è quello di selezionare un numero di manifestazioni ritenute importanti e che coinvolgono tutta la città e dare il loro appoggio economico a queste.

Molti di loro, come dichiarano, non hanno il coraggio di rifiutare l’offerta in quanto può apparire che non si condivide quel determinato evento e invitano tutti a mettersi nei loro panni, cioè dall’altra parte, per cui non se la sentono di dire di no.

Qualcuno si è fatto un po’ di conti in tasca e, sommando i contributi offerti in un anno, la somma diventa abbastanza rilevante e, in momenti di congiuntura come quelli attuali, tale comportamento influisce.

Concludono, quindi, che dovrebbe essere l’amministrazione comunale a predisporre i contributi da dare e le offerte dei commercianti dovrebbero essere spontanee e volontarie e non, quasi impositive, con la presenza degli organizzatori nel negozio.

Non si può non dar loro torto anche se, senza di loro, forse molti eventi non si farebbero più.