CERIMONIA DELLA “VIRGO FIDELIS” PATRONA DELL’ARMA DEI CARABINIERI E CELEBRAZIONE DELLA

0
163
SONY DSC

“GIORNATA DELL’ORFANO”

Si è svolta questa mattina a Foggia la celebrazione della Celeste Patrona dell’Arma dei Carabinieri “Maria Virgo Fidelis”, dell’82° Anniversario della Battaglia di Culqualber e della Giornata

dell’Orfano.

La Santa Messa, organizzata dal Comando Provinciale dei Carabinieri, è stata officiata nella Parrocchia Madonna del Rosario, in via Guglielmi, da S.E. Mons. Vincenzo Pelvi, Arcivescovo Metropolita di Foggia – Bovino, che nel corso della funzione religiosa ha evidenziato i valori rappresentati dall’Arma nell’attività di prossimità quotidianamente svolta in favore della popolazione, non mancando di rivolgere un commosso pensiero al Maresciallo Ordinario Giovanni Tedone, recentemente scomparso e i cui familiari erano presenti unitamente ai parenti dei Carabinieri deceduti originari della provincia.

La cerimonia, a cui hanno partecipato le Autorità locali civili e militari, i Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia e una rappresentanza dell’Associazione Nazionale Carabinieri, si è conclusa con un intervento tenuto dal Comandante Provinciale, Colonnello Michele Miulli, che ha ricordato lo spirito di sacrificio e la fedeltà con i quali i militari dell’Arma hanno prestato da sempre il proprio servizio, rievocando l’eroico sacrificio dei Carabinieri nella “Battaglia di Culqualber”, di cui oggi ricorre l’anniversario. Il 21 novembre del 1941, infatti, ebbe luogo uno dei più cruenti combattimenti in terra d’Africa, nel quale un intero Battaglione di Carabinieri si sacrificò nella strenua difesa, protrattasi per tre mesi, del caposaldo di Culqualber. Alla Bandiera dell’Arma, per quel fatto d’armi, fu conferita la seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare, dopo quella ottenuta in occasione della partecipazione alla Prima Guerra Mondiale.

Alla celebrazione ha assistito anche un coro di bambini dell’asilo Kindergarten” di Foggia, che al termine della Santa Messa ha intrattenuto i presenti intonando un canto alla Vergine Maria.