VOLANTINAGGIO SELVAGGIO, PERCHE’ NON REGOLARIZZARLO?

0
646

Ci sono tanti problemi del territorio comunale che bisogna cercare di risolvere. Per molti ci vorrà sicuramente tempo, mentre per altri potrebbe bastare una semplice ordinanza per la sua soluzione. E’ il caso del volantinaggio “selvaggio” che da sempre San Nicandro è costretto a subire. E’ sotto gli occhi di tutti la notevole presenza di volantini e depliant su tutte le strade del nostro territorio comunale, nelle piazze, nei portoni sui parabrezza delle macchine e nei luoghi pubblici con conseguenze per il decoro urbano e per l’igiene pubblica. Questo fenomeno aggrava ancora di più la raccolta rifiuti già di sé non sufficientemente adeguata. Tutto questo provoca lamentele da parte dei sannicandresi. Una soluzione potrebbe essere l’emissione di una ordinanza del sindaco che regoli tale fenomeno e non che lo divieti totalmente, anche perché proprio il Tar Puglia ha dichiarato illegittima una ordinanza che vietata in assoluto qualsiasi forma di volantinaggio. Quindi il provvedimento deve prevedere delle regole che devono vietare tale tipo di pubblicità o manifesti sui pali dell’illuminazione, della segnaletica stradale, degli alberi, mura, usci di casa, parabrezza auto non regolarmente autorizzata. Tale distribuzione potrebbe essere autorizzata limitatamente a soli due giorni della settimana, indicando anche l’orario con specifiche modalità, quali: consegna diretta a mano nelle abitazioni private o depositate all’interno delle apposite cassette postali di edifici abitati, presso luoghi ove si svolga un’attività commerciale nel rispetto della volontà del cittadino a ricevere il materiale pubblicitario. Resta evidente che i cittadini i quali accettano volantini sono tenuti a non gettarli nella pubblica via altrimenti incorrerebbero in nelle sanzioni. Ed ancora, gli operatori commerciali che intendono effettuare pubblicità attraverso volantini devono presentare comunicazione scritta al Comando di Polizia Municipale, almeno giorni prima della distribuzione, contenente il nome della ditta incaricata alla distribuzione dei volantini i nominativi del personale che provvederà alla diffusione con autocertificazione di essere in regola con la normativa di settore in materia di tutela del lavoro. Tale comunicazione dovrà essere presentata all’ufficio tributi del comune. Ed infine, è auspicabile che l’ordinanza dovrà regolamentare anche il periodo delle consultazioni elettorali durante le quali potranno essere distribuiti volantini nell’ambito delle manifestazioni autorizzate. In questi casi il materiale dovrà essere distribuito solo ai sannicandresi che si dimostrino interessati alla manifestazione.

Insomma, per arginare tale fenomeno occorrono delle regole di buon senso con l’obiettivo di un decoro urbano più consono alla nostra cittadina.

Invia una risposta