TORRE MILETO E SCHIAPPARO, ATTENZIONE ALLA DISTANZA PER “METTERE LE RETI” IN MARE

0
425

Con la stagione estiva sono in molti che “mettono le reti” anche molto vicini alla spiaggia. Civico93 vuole informare che anche quest’anno è stato attivato il controllo di tale fenomeno, cioè di reti piazzate a meno di una determinata distanza dalla battigia. A carico di chi contravviene a tale disposizione è previsto il sequestro delle reti oltre all’ammenda.

Capiamo meglio la questione “reti” che interessa un gran numero di appassionati.

Le reti da posta fissa sono quelle reti, ancorate al fondo marino, destinate a recingere o sbarrare spazi acquei, allo scopo di ammagliare pesci, crostacei e molluschi che vi incappano. E’ consentito l’impiego delle reti da posta fisse purchè la superficie complessiva non sia superiore a 20.000 mq ciascuna. Le reti da posta fissa devono essere munite di segnali costituiti da galleggianti di colore giallo, distanziati fra loro non più di 200 metri. Le estremità dell’attrezzo debbono essere muniti di galleggianti di colore giallo con bandiere di giorno, e fanali di notte, dello stesso colore; tali segnali debbono essere visibili a distanza non inferiore a mezzo miglio. E’ vietato collocare reti da posta ad una distanza inferiore a 200 metri dalla congiungente i punti più foranei, naturali o artificiali, delimitanti le foci e gli altri sbocchi in mare dei fiumi o di altri corsi di acqua o bacini.

Si invita alla massima osservanza dell’ordinanza.