TORRE MILETO E LA SUA TORRE, SARÀ PRONTA PER L’ESTATE?

0
791

Nella vita di ogni giorno tutto è programmazione. La famiglia programma su cosa fare, spendere, acquistare e tanto altro ancora. Le attività commerciali programmano la loro gestione nel medio e lungo termine. Le amministrazione programmano la vita della loro cittadina con interventi di ogni genere. Insomma se non si programma si è costretti a vivere alla giornata e, quello che è peggio, non si ha la conoscenza del proprio futuro. Se si vuole risolvere i problemi occorre programmare.

L’ente comune ha il compito primario che è quello del destino della cittadina e, pertanto, deve anticipare i suoi bisogni proiettandola verso un miglioramento collettivo.

Tra qualche giorno arriva l’estate e sia San Nicandro che la località di Torre Mileto devono essere messe nelle condizioni migliori per il turismo, sia di ritorno, che per i veri e propri turisti che vogliono qui trascorrere qualche settimana.

Pensiamo alla torre che, solo qualche mese fa, è passata al demanio comunale e che ha un suo progetto di valorizzazione. È infatti previsto l’utilizzo della stessa da parte dell’AslFg per il presidio estivo di guardia medica, da pare del corpo municipale di San Nicandro per il servizio estivo e da parte del Parco del Gargano per come centro visite del territorio. Tutto questo presuppone che la struttura sia idonea ad ospitare le tre iniziative della valorizzazione ma, si crede, che qualche problema continua ad esserci.

Intanto l’Asl Fg ha fatto richiesta di locali che dovrebbero essere messi a disposizione dal comune e, quindi, il piano terra della torre. Purtroppo, ad oggi, non ancora iniziano lavori di ristrutturazione di quei locali in quanto si aspetta il contributo richiesto dall’Ente Parco che sembra averlo promesso, ma di cui ancora non se ne vede traccia.  Se il contributo arriva a giorni, i locali potrebbero essere pronti entro il 1° luglio quando inizierà la guardia medica estiva. Nel caso contrario, altri locali dovranno essere messi a disposizione con l’onere del fitto a carico del comune. A questo è legato anche l’apertura o meno dell’ufficio di polizia comunale distaccato. Per il centro visite del Parco si evidenzia lo stesso problema in quanto dovrebbero essere sistemate anche tutte le finestre.

Poiché i tempi sono strettissimi e l’estate è alle porte, nella programmazione dell’ente deve essere data priorità anche a questo problema per assicurare ai sannicandresi e ai visitatori, che si spera sempre più  numerosi, servizi sempre migliori e sempre più efficienti.