SAN NICANDRO, NOTA DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE SUL RENDICONTO 2023

0
180

Il consiglio comunale di San Nicandro Garganico approva senza colpo ferire il Rendiconto di gestione 2023 e porta a casa il secondo anno dell’Amministrazione Vocale con numeri più che soddisfacenti.

E’ quanto emerso nella seduta della massima assise cittadina, celebrata lo scorso 24 maggio con una maggioranza compatta (solo due assenti per cause di forza maggiore) e una seduta durata mezz’ora, cioè il tempo della relazione del Sindaco Vocale, ripresa con grande apprezzamento dal breve intervento del segretario cittadino del PD, il consigliere comunale D’Amaro.

Un rendiconto chiuso con un risultato di amministrazione straordinario: 7.183.66,39 euro, con un avanzo libero di ben 1.228.869,60 euro che, come ha ricordato il sindaco, potranno essere utilizzati da subito per spese in conto capitale, cioè investimenti e lavori pubblici secondo le priorità che deciderà collegialmente l’Amministrazione.

Un avanzo frutto di politiche finanziarie accorte: tutti gli accantonamenti previsti dal D.Lgs. 118/2011 vengono ormai costituiti con scrupolo e margini che consentono alle casse dell’Ente (che è stato in dissesto dal 2013 al 2018) una solida sicurezza contabile.

Il Sindaco Vocale, poi, ha elencato la lunghissima serie degli interventi e delle opere portate a casa in tutto il 2023, facendo un vero e proprio bilancio dell’attività politica e amministrativa dello scorso anno: circa 17milioni gli investimenti messi in campo direttamente o attirati sul territorio nel solo 2023, molti dei quali riguardano opere pubbliche importanti. Il sindaco ha evidenziato quelle finanziate dal PNRR, tutte già in fase di cantiere: il nuovo asilo nido (687.500 €), gli eco-compattatori per il miglioramento e la meccanizzazione della raccolta differenziata (132.824 €), la nuova mensa scolastica (247.000 €) e i due interventi per la digitalizzazione della pubblica amministrazione (di 22.276 € e 155.234 €).

“Abbiamo partecipato a tutti i bandi PNRR finora pubblicati”, commenta a proposito il sindaco Matteo Vocale, “solo per due di essi (parchi storici e beni confiscati) non abbiamo attinto ai finanziamenti per motivi oggettivi non dipendenti dall’Amministrazione”.

“Stiamo rispondendo a tutti gli avvisi pubblici possibili, ministeriali e regionali – continua Vocale – per dare sempre più opportunità di crescita al nostro territorio e nella maggior parte dei casi otteniamo i finanziamenti: un’attività costante quella della nostra Amministrazione, che a San Nicandro Garganico non si vedeva da decenni”.

Un anno di importanti traguardi, dunque, il 2023 per San Nicandro Garganico: la riapertura al pubblico, dopo anni, della tribuna dello stadio e della palestra adiacente ma anche degli uffici di Acquedotto Pugliese, la creazione della prima dog area comunale e l’istituzione dello Sportello InformaGiovani, sono solo alcuni esempi. L’anno corrente, invece, guarda a risultati ben più grandi e si prepara alla riapertura, dopo molti anni, di importanti strutture per il territorio: la bilbioteca comunale e il museo civico di Palazzo Fioritto, il mattatoio comunale, il mercato coperto, il centro ludico per l’infanzia e, ancora, la piscina provinciale e il grande investimento di Ferrovie del Gargano con i due cavalcavia per eliminare i passaggi a livello sulla SS 89, i cui lavori inizieranno a settembre.