SAN NICANDRO, LOTTA AL RANDAGISMO E OBBLIGO AL MICROCHIP

0
85

Ieri, presso il comune di San Nicandro, c’è stato un incontro per una campagna di sensibilizzazione verso i proprietari di cani per la iscrizione degli stessi all’anagrafe canina. Si sta continuando la lotta al randagismo e, nel contempo, occorre che tutti i cani che hanno un padrone siano identificati. A San Nicandro esiste questo paradosso che sono più i cani randagi microcippati che quelli di proprietà.

Si vuole continuare il lavoro iniziato da tempo con la sterilizzazione dei cani. Infatti a tutt’oggi, sono quasi 300 i cani sterilizzati in due anni e i risultati della diminuzione delle presenze sul territorio si cominceranno a vedere quanto prima.

Insomma si cercano soluzioni per la sicurezza delle persone e per avere il fenomeno sotto controllo sempre nell’ottica di una serena convivenza con il proprio cane.

Ecco le informazioni, regole, consigli.

Tutti i cani entro i primi sei mesi di vita o entro trenta giorni dall’adozione, devono essere iscritti all’anagrafe canina istituita presso il Servizio Veterinario dell’ASLFG. L’iscrizione all’ anagrafe non comporta il pagamento di alcuna tassa annuale. L’operazione di identificazione elettronica, mediante una semplice inoculazione sottocutanea di un microchip, identifica con certezza il cane permettendo il tal modo di risalire immediatamente al legittimo proprietario in caso di ritrovamento di un cane smarrito o di contenzioso in caso di furto. È necessario un atteggiamento responsabile

Controlli Veterinari

È necessario un atteggiamento responsabile dei proprietari nei confronti della salute e del benessere dei propri animali. Controlli veterinari e periodiche vaccinazioni proteggono il vostro cane da gravi malattie come il cimurro, la gastroenterite virale, la leptospirosi, l’epatite infettiva e la rabbia e consentono una sicura convivenza dal punto di vista sanitario. Il veterinario è, inoltre, il professionista più qualificato suggerire ogni accorgimento necessario per una corretta educazione del cane e per affrontare tutti i problemi comportamentali.

Sterilizzazione

La sterilizzazione chirurgica del cane porta evidenti vantaggi sia sul comportamento che sulla salute dell’animale.

Nella femmina:

  1. evita gravidanze indesiderate;
  2. previene in maniera significativa lo sviluppo di patologie legate alla presenza di ormoni sessuali quali i tumori mammari purché effettuata prima del primo calore;
  3. evita l’insorgenza di gravi malattie dell’utero.

Nel maschio:

  1. riduce l’incidenza di turbe comportamentali nell’adulto, diminuendo l’aggressività e la tendenza alla fuga;
  2. previene l’insorgenza di patologie prostatiche oltre ad eliminare la possibilità di insorgenza di tumori testicolari.

Corretta conduzione

La passeggiata, oltre a rispondere ad evidenti esigenze fisiologiche, è un momento fondamentale nella costruzione di un corretto rapporto con l’animale. È necessario attenersi a quanto disposto dal Regolamento di Polizia Veterinaria (DPR 320/54 art. 83) che sancisce: 1. Obbligo di museruola per i cani non condotti al guinzaglio quando si trovano nelle vie o in altro luogo aperto al pubblico. Si ricorda che i cani delle razze considerate pericolose e riportate in un apposito elenco stilato dal Ministero della Salute devono sempre circolare muniti di guinzaglio e museruola. 2. Obbligo di museruola e guinzaglio per i cani condotti nei locali pubblici e nei pubblici mezzi di trasporto;

La museruola non deve essere vista dal cane come un mezzo coercitivo. Si può e si deve insegnare al cane ad accettarla fin da piccolo, associandola al gioco, al cibo e alle coccole.

Durante la passeggiata il padrone è tenuto a raccogliere le feci del proprio cane utilizzando paletta, sacchetto o altro strumento idoneo. Tale comportamento imposto dai regolamenti di igiene comunale risponde ad esigenze di natura sanitaria ed a fondamentali principi di educazione e rispetto nei confronti di tutti.