POSSIBILE CHE LA POLITICA E LA BUROCRAZIA DEVONO ESSERE COSI’ LONTANE?

0
702

Chiunque vinca le elezioni deve obbligatoriamente scontrare con la nuova realtà che richiede capacità e competenze professionali da parte di chi ha il compito di governo. La teoria si scontra con la durezza delle decisioni da prendere e, quando si è di fronte ai problemi, occorre la soluzione giusta per risolverli e non girarsi intorno evitando di decidere o, addirittura dare soluzioni sbagliate. Ecco che a questo punto occorrono competenze altrimenti tutto si protrae ed i problemi si accumulano ad altri problemi fino ad arrivare allo stallo amministrativo.

Perciò la politica nazionale e, a maggior ragione, la politica locale hanno bisogno di figure che devono conoscere i meandri di un’amministrazione che, molto spesso, si oppone alla politica e, quando questa non è preparata ad affrontare un “faccia a faccia” sui problemi, allora soccombe alla esperienza della macchina amministrativa che, di fatto, detiene il potere all’interno dell’ente.

L’idea di “uno vale uno” dovrebbe essere modificata in “uno più uno”, nel senso che la volontà politica deve sapersi coniugare con la burocrazia dell’ente ed “insieme” trovare le giuste soluzioni per i cittadini. San Nicandro non fa eccezione a questa regola e, quindi, anche in questa cittadina non si può certo parlare di idillio tra la politica e la burocrazia. Quanto ne guadagnerebbe la città se ci fosse più dialogo tra le due parti!