PIANTAGIONE DI CANAPA INDIANA IN ZONA ISTMO SACCA ORIENTALE. SEQUESTRATE OLTRE 5.200 PIANTE

0
489

Una piantagione di canapa indiana è stata scoperta dai finanzieri del Comando Provinciale di Foggia e dal personale della D.I.A. di Bari e Foggia in collaborazione con unità aeree del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Bari.

In particolare, all’esito di attività di perlustrazione del territorio condotta sia a terra che dal cielo e di una mirata attività info – investigativa svolta nel periodo estivo, quando è maggiore la possibilità di coltivazioni illecite, le fiamme gialle ed il personale della D.I.A. sono intervenute in agro di Lesina, nella zona istmo tra il lago ed il mare, c.d. “Sacca Orientale”.

Dopo un’accurata ricognizione è stata individuata un’area recintata, protetta da filo spinato e rete ombreggiante, al cui interno era presente una fitta vegetazione ed un laghetto; l’area era sorvegliata da telecamere a controllo remoto.

Nascoste tra gli arbusti di vario tipo sono state rinvenute 5.239 piante di canapa indiana, sia in crescita che pronte per essere tagliate ed essiccate per la preparazione delle dosi di marijuana.

L’estensione dell’area ha richiesto molte ore per individuare ed estirpare tutte le piante, tant’è che le operazioni sono andate avanti per tutta la notte fino al mattino seguente.

Dalle analisi effettuate ed in ragione del principio attivo di THC contenuto è emerso che dalle piante sequestrate avrebbero potuto essere ricavate oltre 11.526 dosi.

I possessori dell’area sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Foggia.

Va precisato che, indipendentemente dal quadro indiziario raccolto, le persone indagate vanno considerate innocenti fino ad eventuale pronuncia di una sentenza di condanna definitiva.