PARCHEGGIO A SAN NICANDRO. COME REGOLAMENTARLO?

0
633

Il problema del parcheggio a San Nicandro non è mai stato affrontato e la sua non regolamentazione ha fatto sì che ogni automobilista può fare quello che vuole. Durante questa stagione estiva si è notevolmente fatto sentire il disagio di quanti vorrebbero una soluzione che ancora tarda ad arrivare.

E’ sotto gli occhi di tutti che il problema esiste e che non va sottovalutato. Occorre porre mano ad un monitoraggio delle aree e strade ove regolamentare parcheggi liberi e quelli a pagamento. San Nicandro è forse il solo paese del circondario che ha sempre ignorato le richieste dei sannicandresi che vorrebbero più ordine per le strade.

Insomma un piano parcheggio è inevitabile se si vuole restare al passo con i tempi soprattutto al fine di dotare la cittadina di una nuova segnaletica che indichi luoghi, orari e tariffe orarie. Non è pensabile che in Corso Umberto debbano esserci tante macchine in sosta dal mattino fino al tardi pomeriggio, come pure in Corso Garibaldi. Piazza IV Novembre è diventato un grosso parcheggio a scapito della Piazza V. Zaccagnino il quale potrebbe essere libero mentre tutti gli altri a pagamento con tariffa oraria. Oltre ad una città più “ordinata”, l’altro vantaggio sarebbe dato dagli introiti relativi al pagamento della sosta.

Queste considerazioni sono frutto di segnalazioni e proteste estive da parte di residenti, ma anche di non residenti che sono venuti a San Nicandro ed hanno segnalato questo problema. Alcuni andavano in giro per comprare i “grattini” orario per il parcheggio non sapendo che a San Nicandro tutto è restato come decenni di anni fa. Con questa soluzione anche i controlli potrebbero essere molto più semplici.