OGGI INCONTRO SULLA RIGENERAZIONE URBANA DI SAN NICANDRO

0
525

La rigenerazione urbana come strumento per riqualificare il territorio. E’ questo il tema dell’incontro di oggi, alle ore 18:00, a Palazzo Fioritto organizzato dallo Sportello Europa dell’amministrazione comunale che vedrà gli interventi di Domenico Fallucchi, di Pierpaolo Gualano e, soprattutto, dei tecnici Patrizia Di Monte (architetto SISUS), Leonardo Giagnorio (insegnere SISUS) e Patrizia Russo (architetto PAES).

Un tema attualissimo ed importante per San Nicandro che vedrà coinvolti due ambiti territoriali urbani candidati: il Sistema Ambientale ‘’Canale Vallone’’e il Centro Storico – Corso – Villa Comunale.

Per il primo ambito l’opportunità prevista nel finanziamento è quella di rendere fruibile un’area con alto potenziale paesaggistico e ambientale, creare delle Greenway, sentieri verdi, connessioni tra componenti ambientali e storico-culturali, orti urbani con nuove forme di coinvolgimento dei cittadini per l’inclusione sociale e la possibilità di collegare poli strategici con percorso ciclo-pedonale (ad esempio Portone Perrone – Centro Storico – Villa Comunale).

Per il secondo ambito ‘’Centro Storico – Corso – Villa Comunale’’ si tratta di riqualificare l’ambiente costruito, valorizzare e rendere fruibile il patrimonio storico-culturale, contrastare l’abbandono e il degrado con il recupero di edifici abbandonati e dismessi, risanare il patrimonio edilizio e gli spazi pubblici, rinnovare edifici pubblici (es. ex sede municipale) sul piano dell’efficienza energetica e delle funzioni.

La riqualificazione, le nuove attività e servizi previsti in questi luoghi, sempre più disabitati, si pongono come l’inizio del complesso recupero del centro storico, sede di disagio sociale ma anche di importanti manufatti storico-monumentali. Il tutto come previsto dalla legge Regionale Puglia 29 luglio 2008, n. 21 che cita testualmente: “La Regione Puglia con la presente legge promuove la rigenerazione di parti di città e sistemi urbani in coerenza con strategie comunali e intercomunali finalizzate al miglioramento delle condizioni urbanistiche, abitative, socio-economiche, ambientali e culturali degli insediamenti umani e mediante strumenti di intervento elaborati con il coinvolgimento degli abitanti e di soggetti pubblici e privati interessati”.

La Rigenerazione quindi non è uno strumento ma un metodo, non è costituita da regole preconfezionate ma da approcci e analisi dedicati, non è una soluzione immediata ma occorre tempo per apprezzarne i risultati positivi, non esula dalle normativa ma se ne serve in maniera intelligente per raggiungere degli obbiettivi e fornire delle risposte.