NUMERO VERDE CONTRO I REATI DEL MARE E AMBIENTALI SUL DEMANIO MARITTIMO

0
705

La Regione Puglia, nell’ambito dell’esercizio delle funzioni in materia di demanio marittimo ha attivato, a decorrere dall’anno 2005, il Numero Verde contro i reati del mare e reati ambientali sul demanio marittimo allo scopo di promuovere la formazione di un osservatorio in grado di svolgere un ruolo di ponte tra cittadini, istituzioni e Forze dell’Ordine. L’iniziativa del Numero Verde ha consentito di acquisire elementi informativi preordinati all’azione di coordinamento e controllo da parte delle Forze dell’Ordine. Il cospicuo numero di segnalazioni ha evidenziato una fattiva collaborazione della cittadinanza nel prevenire e combattere i reati del mare e quelli ambientali. Il progetto Numero Verde si è rivelato, nel corso degli anni, un utile strumento di difesa del territorio, capace di convogliare le forze delle Amministrazioni, delle Forze dell’Ordine e dei cittadini. La continuità del servizio del Numero Verde costituisce, senza dubbio, un punto di forza per la registrazione sistematica degli illeciti perpetrati ai danni dell’ambiente e per il consequenziale intervento degli Organi di Controllo.

La Regione Puglia intende riproporre, a partire dall’anno 2016, il servizio in questione secondo il seguente quadro esigenziale: • periodo del servizio: orientativamente 15 giugno 2016 —15 settembre 2016; • termini del servizio: periodo di chiamata da assicurare dalle 9,30 alle 18,30 dal lunedì alla domenica; 20958 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia – n. 52 del 09-5-2016 • attività del servizio: – call center con numero verde; – coordinamento nucleo di guardie giurate volontarie, dotato di ampia dislocazione sul territorio regionale, in grado di effettuare tempestivi sopralluoghi in relazione alle segnalazioni; – coordinamento attivisti per maggior presidio del territorio; – coordinamento Gruppo Interforze con gli organi di polizia e i competenti funzionari regionali; – svolgimento di azioni di informazione e sensibilizzazione attraverso: • materiali promozionali; • uso siti web, social network; • conferenza stampa iniziale/intermedia; • conferenza stampa finale; • redazione report intermedio e finale con database delle segnalazioni. • incaricare il dirigente del Servizio Demanio Marittimo all’adozione di apposito atto di formale di prenotazione e conseguente impegno della spesa occorrente, all’affidamento del servizio di Numero Verde, e alla sottoscrizione del relativo contratto.

Invia una risposta