MISURE DI SICUREZZA A TUTELA DELLA SINAGOGA DI SAN NICANDRO GARGANICO

0
604

Considerato lo stato di allerta delle potenze mondiali, si è tenuto un vertice a Palazzo Chigi presieduto dal Presidente del Consiglio dei Ministri, a cui hanno partecipato i ministri degli Esteri, dell’Interno, della Difesa e i vertici dell’intelligence, in cui è stato operato un approfondimento di quanto accaduto, sia a livello diplomatico che di intelligence, ponendo particolare attenzione alla sicurezza della Comunità ebraica presente sul territorio nazionale.

Pertanto, il Capo della Polizia ha indirizzato a prefetti e questori su tutto il territorio nazionale un invito ad innalzare le misure e i livelli di sicurezza su potenziali obiettivi diplomatici, religiosi, culturali, commerciali ebraici e palestinesi.

Tenuto conto che nella città di San Nicandro Garganico è ufficialmente e formalmente costituita la Comunità ebraica “Donato Manduzio”, con sede presso un immobile adibito ufficialmente a sinagoga, nella riunione di Coordinamento delle FF.PP., svoltasi presso la Prefettura di Foggi sono state trattate le misure a tutela della Comunità ebraica di San Nicandro Garganico.

E’ stato effettuato un sopralluogo congiunto presso la locale Sinagoga ebraica, da parte del Comandante della locale Stazione dei Carabinieri unitamente al Comandante della Polizia Locale ed esponenti della Comunità ebraica.

E’ stata, pertanto, emanata apposito ordinanza nella quale si specifica che nello spazio pubblico prospiciente la Sinagoga ebraica di San Nicandro Garganico, sita in via Del Gargano n. 88, è vietata la sosta dei veicoli H/24, per un tratto di circa 15 metri, a partire dall’esistente spazio riservato a portatori di handicap (c.d. striscia gialla) e fino a tutta la scalinata di accesso e discesa in via Giulio Cesare, mediante l’apposizione di dissuasori della sosta consistenti in archetti metallici parapedonali.