MARINACCI: “A PROPOSITO DELL’ACQUISTO DEL CASTELLO DI SAN NICANDRO…”

0
662

Leggo in questi giorni che il PD nella illustre persona dell’ex segretario sezionale Matteo Vocale ha avuto una brillante idea che toglierebbe il centro storico dal degrado in cui versa e cioè…udite…udite…l’acquisto, in conto capitale (capisci a me) del nostro castello normanno – svevo. Quindi, “la montagna ha partorito…neanche il topolino, bensì il microbo di un acaro”. A noi sannicandresi non interessa l’acquisto del castello fine a se stesso e sic et simpliciterperché sarebbe un’ulteriore spesa di manutenzione di un immobile storico dove occorrerebbero progettazioni esosissime e ristrutturazioni da tempi biblici da “fabbrica di S. Pietro”. Invece, tale progetto, a costi ZERO, fu deliberato dallo scrivente “solo in data 10 agosto (S. Lorenzo) 1999″. A dare voto favorevole, c’era anche un certo D’Ambrosio Mario, che all’epoca non era molto entusiasta dell’idea progettuale a COSTO ZERO. Cosa è successo al buon Mario e al figlio di Giulio Mascolo all’epoca anche lui consigliere comunale?  Che tutti si siano ravveduti? O siano stati folgorati da qualche ingegnere ombra…sulla via di …BARI?

Per chi vuole approfondire tale vicenda, si indica la delibera di consiglio comunale n. 64 del 10/8/99 avente per oggetto “Integrazione programma triennale OO.PP. ed approvazione progetto preliminare di una piazza antistante la Chiesa di S. Maria del Borgo”. Tale delibera è un atto pubblico, mai revocata. Intelligenti pauca. A disposizione.

  1. Nino Marinacci

Invia una risposta