MANCANO I NUMERI ALLA MAGGIORANZA, AGGIORNATO AD OGGI IL CONSIGLIO COMUNALE

0
241

Nel consiglio comunale di ieri sera è stato discusso solo il primo punto all’ordine del giorno riguardante l’approvazione del Piano Finanziario per la determinazione dei costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani e della determinazione della tariffa della Tari.

Successivamente sono usciti dall’aula consiliare i consiglieri Mascione e Accadia ma la disamina dell’accapo si è poi conclusa con l’approvazione a maggioranza. Poi, dopo che il presidente del consiglio ha posto la discussione del secondo punto, quella riguardante la IUC e, quindi, la Tari, la minoranza ha chiesto la verifica del numero legale dell’assise. La segretaria ha proceduto all’appello nominale e, in effetti, i numeri non c’erano per poter procedere alla discussione con il presidente che ha dichiarato chiuso il consiglio dando appuntamento alla seconda convocazione di oggi.

Insomma continuano le fibrillazioni all’interno della coalizione che, a tutt’oggi, ancora non vengono rimosse. In effetti, è stata notata l’assenza anche del consigliere Sassano che ha contribuito ad accentuare l‘imbarazzo della maggioranza costretta a chiarimenti necessari entro le ore 18 di oggi, prima della seconda convocazione del consiglio.

Qualcuno ieri sera nella sala consiliare cominciava ad invocare il numero tre considerato in matematica il numero perfetto riferendosi ai tre consiglieri di cui si parla da tempo in quanto, senza di loro, la maggioranza non esiste più con logiche conseguenze che sono facilmente prevedibili.

Ancora una volta, la palla da gioca passa al sindaco Ciavarella che, una volta per tutto, deve decidersi se aprire la crisi con le sue dimissioni in modo da procedere ad una ultima verifica seria dei numeri all’interno della maggioranza. Se il puzzle politico si ricompone entro i successivi venti giorni meglio per tutti, altrimenti o si si ritrova un’altra maggioranza o la parola passa di nuovi agli elettori