“LUOGHI IDENTITARI DELLA PUGLIA”, DEL GARGANO SOLO CAGNANO VARANO

0
104

Dal sito Puglia.com, su apprende che la Giunta Regionale ha approvato un nuovo progetto, dal nome Luoghi identitari della Puglia, dal valore di un milione di euro. Questa importante cifra verrà ridistribuita per le scuole della regione, per un totale di 37 progetti suddivisi tra cinque delle sei province del Tacco d’Italia. L’avviso, promosso dall’Assessorato all’Industria turistica e culturale della Regione, era stato rivolto alle scuole pugliesi di ogni ordine e grado ed era stato finalizzato a tutte quelle iniziative in grado di tutelare il ricordo delle traduzioni dei pugliesi anche nei più piccoli.

I giovani devono conoscere il patrimonio pugliese dal quale provengono. Il bando, dunque, è nato proprio per soddisfare questa esigenza: quella di aiutare gli studenti a interrogarsi sui beni culturali, su come utilizzarli e su come appropriarsene facendoli diventare un bene fruibile dalla comunità.

L’obiettivo di questo finanziamento sarà quello di individuare tutti quei luoghi del patrimonio storico e artistico presenti sul territorio e ritenuti di grande valore identitario per poterli poi, per mezzo dei progetti di fruizione innovativi, valorizzarli.

Tra le iniziative accettate per i Luoghi identitari della Puglia, i 37 progetti approvati sono così suddivisi: 14 per la provincia di Foggia, 2 per la provincia di Barletta-Andria-Trani, 7 per la provincia di Bari, 2 per la provincia di Taranto. 12 per la provincia di Lecce

L’intenzione della Regione è stata propria quella di indire una vera e propria gara di passione civica, con laboratori in cui i ragazzi e le ragazze, supportati dalle scuole, si interrogassero circa le proprie emozioni sui tesori di Puglia e provassero, tutti insieme, a proporre un altro destino per le meraviglie della regione. Oltre alla partecipazione attiva degli studenti, quella de “I luoghi identitari della Puglia” sarà anche un alternativo modo per recensire tutti quei posti da recuperare, che possono variare dalle chiese ai borghi, dai giardini ai vecchi casali, dai palazzi alle antiche corti.

Questi 14 progetti ammessi della Provincia di Foggia:

  1. Candela, proposto dall’IC “Papa G. Paolo II” di Candela e relativo al Palazzo Ripandelli con il progetto “La macchina del tempo” (importo finanziamento: 30.000 euro);
  2. Provincia di Foggia, proposto dall’I.I.S.S. “Giuseppe Pavoncelli” di Cerignola e relativo al Fabbricato d’epoca facente parte dell’originario compendio scolastico dell’Istituto Tecnico Agrario “Giuseppe Pavoncelli” di Cerignola con il progetto “Intervento di rifunzionalizzazione della rimessa mezzi agricoli dell’Istituto Tecnico Agraria “Giuseppe Pavoncelli” di Cerignola da destinare a Museo della Meccanica Agraria (importo finanziamento: 30.000 euro);
  3. Orsara di Puglia, proposto dall’IC “Virgilio Salandra” di Troia sede associata Orsara e relativo al Palazzo de Gregorio con il progetto “La storia siamo noi” (importo finanziamento: 30.000 euro);
  4. Faeto, proposto dall’IC “Virgilio Salandra” di Troia – sede associata Faeto e relativo al Museo Civico c/o la Casa del Capitano con il progetto “Un salto nel passato” (importo finanziamento: 29.954,80 euro);
  5. Bovino, proposto dall’IC Bovino-Castelluccio dei Sauri-Panni e relativo ai Giardini pensili del Castello con il progetto “I Giardini Pensili di Bovino tra identità e innovazione” (importo finanziamento: 30.000 euro);
  6. San Paolo Civitate, proposto dall’IC R. Grimaldi di San Paolo Civitate e relativo alla Fontana monumentale del Petrucci con il progetto “Recupero, rifunzionalizzazione e valorizzazione della Fontana Monumentale del Petrucci” (importo finanziamento: 30.000 euro);
  7. Cagnano Varano, proposto dall’IC Nicola D’Apolito di Cagnano Varano e relativo alla Grotta San Michele con il progetto “Sulle orme di San Michele Arcangelo” (importo finanziamento: 29.578,10 euro);
  8. Ordona, proposto dall’IISS Adriano Olivetti di Ortanova e relativo a Herma-Museo archeologico di Herdonia con il progetto “Herma interactive” (importo finanziamento: 28.780 euro);
  9. Sant’Agata di Puglia, proposto dall’IC Accadia-Scuola Primaria di Sant’Agata di Puglia “Papa Giovanni XXIII” e relativo al Monumento ai Caduti della Grande Guerra con il progetto “Lettere dalle Alpi” (importo finanziamento: 29.426,60 euro);
  10. Lucera, proposto dall’IIS Bonghi-Rosmini di Lucera e relativo al MAU – Museo di Archeologia Urbana “Fiorelli” con il progetto “LED- Nuova Luce al Museo” (importo finanziamento: 26.577,70 euro);
  11. Rocchetta Sant’Antonio, proposto dall’IC Papa G. Paolo II di Candela e relativo alla Chiesa di San Giuseppe con il progetto “Il restauro va a scuola (importo finanziamento: 24,778,40 euro);
  12. San Marco in Lamis, proposto dall’IISS Giannone di San Marco in Lamis e relativo al Museo Paleontologico e Parco dei dinosauri con il progetto “Esperienza immersiva multisensoriale nel passato della Terra” (importo finanziamento: 25.370,20 euro);
  13. Celenza Valfortore, proposto dall’ISC Monti Dauni di Celenza Valfortore e relativo all’Ex Monastero di San Nicola sede dell’ISC Monti Dauni con il progetto “Il restauro va a scuola” (importo finanziamento: 30.000 euro);
  14. Comune di Foggia, proposto dal Centro Provinciale Istituzionale Adulti 1 Foggia e relativo a Palazzo Città con il progetto “1943, le code rosse dalla pelle nera” (importo finanziamento: 30.000 euro).