IL PALIO DI SAN PAOLO DI CIVITATE

0
256

La manifestazione ha ricevuto il patrocinio della Regione Puglia ed è organizzata dal Comune di San Paolo di Civitate in collaborazione con la UISP Foggia- Manfredonia. Promuoviamo la cultura locale e le attività sportive, con un’enfasi sull’educazione, in particolare per le scuole elementari e medie, con l’obiettivo di combattere la violenza contro le donne in collaborazione con la Cooperativa “Il filo di Arianna” di San Severo.

Il primo giorno, il 17 novembre, inizia con l’accoglienza degli atleti presso la Palestra delle Scuole Medie alle 15:00, seguita dalla presentazione delle diverse discipline sportive disegnate per i ragazzi diversamente abili. Il 18 novembre, si terrà una Camminata lungo il Tratturo Magno aperta a ragazzi, adulti e gruppi familiari o amici, che rappresenta una piacevole passeggiata tra la natura, i frutti e i colori dell’autunno, partendo da Largo San Paolo alle 9:00 e dirigendosi verso Belmonte e il sito archeologico di Civitate.

Il 19 novembre, si terrà una Gara Agonistica Competitiva di 9.900 metri riservata agli atleti

FIDAL-EPS-RUNCARD, con la partecipazione di campioni provenienti dal nord e dal centro sud Italia, tra cui l’olimpionico Alberico Di Cecco. La gara si svolgerà indipendentemente dalle condizioni atmosferiche, con ritrovo alle 8:00 in Largo Sant’Antonio e partenza alle 10:00. Parallelamente alla gara agonistica, ci sarà un’attività ludico-sportiva non competitiva di 4 km denominata la “Camminata dell’Antiviolenza”. Dopo la gara e la camminata, verrà tenuto un convegno su questo essenziale tema sociale presso la Sala Consiliare.

Alle 15:00 in via Roma, ci saranno gare di velocità per bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni, seguite dalla possibilità di visitare il Museo Archeologico. La giornata si concluderà alle 20:00 con una esibizione dei Cantori di Civitate, che offriranno al pubblico musica e folklore, celebrando la tradizione e il nostro dialetto. A margine, saranno premiati insegnanti e studenti.

In tre giorni uniamo diverse discipline e mettiamo al centro il futuro dei ragazzi