IL GESTO DEL PARLAMENTARE DELLA LEGA VERSO IL PRESIDENTE COMMISSIONE EUROPEA

0
394

La scarpa che si è tolta dal piede il parlamentare europeo leghista, dimostra quanta mancanza di rispetto ha la Lega delle Istituzioni e di chi le rappresenta. Infatti ha sbattuto la scarpa sul foglio che il Presidente della commissione europea aveva scritto sulle controdeduzioni della manovra economica presentate dal Governo italiano.

E’ memorabile quanto deplorevole il gesto di togliersi la scarpa, di Nikita Krusciov, Presidente russo negli anni 60, e batterla sui banchi dell’assemblea Onu per protestare contro Kennedy sulla violazione del territorio cubano, nella “Baia dei Porci”. Stesso copione della Lega di oggi, la scarpa che significa calpestare chiunque contrasti i suoi intendimenti politici. Corsi e ricorsi della Storia dimostrano che certa cultura di bassa leva non favorisce lo sviluppo di un Paese, come l’Italia, governata da populisti che per consensi popolari sfruttano le attuali difficoltà economiche dei cittadini per sovrastare l’alleato scomodo Lega contro M5S e viceversa.

I distinguo, alquanto blandi e soft, di Di Maio verso Grillo, per il “comico” attacco a Mattarella che rimprovera il Presidente della Repubblica di avere troppi poteri, fanno sì che il dispregio verso gli organi dello Stato continui incontrastato.

I continui attacchi al Presidente della Repubblica dei suoi compagni di governo, 5 Stelle e un po’ Lega dimostrano, se ve ne fosse bisogno, la rudezza e la indelicatezza verso i rappresentanti dello Stato e di converso contro lo stesso Governo. Le comiche, se fatte bene, si gustano a teatro e credo che nemmeno in teatro, quello vero, Grillo si trovi più a suo agio.

La sfida altezzosa ed incontrollata degli stessi massimi rappresentanti del Governo italiano verso le Istituzioni europee, se non frenata adeguatamente, porterà all’isolamento dell’Italia dal resto del Mondo civile.

L’Europa non si migliora con gli attuali atteggiamenti sferzanti e strafottenti di questi due partiti che a parole vogliono migliorare le condizioni economiche del Paese Italia, mentre ne stanno distruggendo le vere sue potenzialità sociali ed economiche. Tutto questo avviene perché il Paese Italia è monca di una vera forza politica che sappia fare opposizione.

Michele Russi