IL CORONAMENTO DEL NULLA COSMICO: LA FUNIVIA MACCHIA – MONTE SANT’ANGELO

0
787

Allibito. Resuscita di tanto in tanto il progetto da “Ingegner Cane” della funivia Macchia-Monte.
Ne avevamo visto traccia nella documentazione dell’Area Vasta Capitanata 2020 (altro megaflop della politica nostrana) dove si vedeva assegnato un budget di € 5.000.000, ed ora rieccolo spuntare, come da decenni accade saltuariamente.
La delibera è quella n.64 della giunta comunale di Carpino ma probabilmente ricorre in altri comuni del partenariato.

Ma perchè questo progetto non ha alcun senso?

1) Perché la destinazione turistica della cittadina di Monte Sant’Angelo (religiosa e culturale) non trarrebbe alcun beneficio da tale progetto (basta analizzare le motivazioni di viaggio dei turisti target);

2) Perchè l’installazione della funivia avverrebbe in un paesaggio inserito nel Registro dei Paesaggi Rurali Storici del Ministero dell’Agricoltura (piuttosto si pensi a come tutelare e valorizzar i terrazzamenti in abbandono!);

3) Perchè siamo nei valloni meridionali del Gargano, Sito di Interesse Comunitario (IT9110008) con caratteristiche ecosistemiche di grande valore, piante endemiche, rapaci nidificanti (anche rari) che verrebbero molto disturbati dalla funivia;

4) Perchè MI INCAZZO che un Ente pubblico come il Parco Nazionale del Gargano sia CECO verso le vere risorse (e attrattori turistici del territorio) e si dia allo spreco di denaro pubblico con tale leggerezza.

Insomma, non è altro che una divertente attrazione da Parco Giochi del Gargano, un’idea per burloni e nostalgici della teleferica che da Bosco Quarto trasportava legname a Manfredonia, almeno quella un senso ce l’aveva

Domenico Sergio Antonacci