IERI SERA, SU RAINEWS24, IN PRIMA SERATA L’ISTMO SCHIAPPARO

0
596

Ieri sera, su Rainews24, in prima serata ospite della trasmissione l’istmo Schiapparo. E’ stato mostrato un reportage su “Il belpaese fragile: viaggio dell’Italia del dissesto idrogeologico” del territorio italiano. Tra le tanta località toccate dal giornalista c’era, appun.to, la fascia costiera che da Torre Mileto arriva fino alla foce dello Schiapparo.

Si è parlato delle quasi 2 mila e 300 costruzioni abusive costruite da più mdi 50 anni fa vicino all’oasi lagunare di Lesina, sulla duna costiera e sulla macchia mediterranea. Insomma uno scempio della zona ritenuta sismica. Basti ricordare quel terremoto di due secoli fa che portò l’acqua del mare fino alla città di San Severo. Il geologo intervistato ha precisato che è impensabile costruire, come è stato fatto, su un territorio in cui si è già verificato un evento sismico di quella portata in quanto in quella zona si potrebbe verificare lo sprofondamento delle abitazioni nella sabbia. Altro intervistato è stato l’ex sindaco di Lesina Antonio Trombetta che afferma come la disputa con il comune di San Nicandro non è solo questione di campanilismo, in quanto ci sono altri interessi in gioco. Infine il Presidente del Comitato Centrale che minimizza sugli effetti designati dal geologo puntualizzando il rigoroso rigore per l’ambiente.

Insomma, ancora una volta, l’istmo sulla Tv nazionale mentre si deve ancora discutere il ricorso presentato dal comune di San Nicandro e con il Piano di recupero (PIRT) che, a della conduttore della trasmissione, sanerebbe solo il 50 per cento di tutti i fabbricati che insistono su quella zona.