FERMO PESCA DELL’ADRIATICO

0
586

Da ieri in vigore il fermo pesca lungo l’Adriatico e quindi il blocco totale delle attività da San Benedetto del Tronto fino a Bari. Si tornerà a pescare dopo il 23 settembre prossimo.

E’ evidente che aumenta il rischio di ritrovarsi a mangiare grigliate e fritture di prodotto straniero o congelato. Il settore soffre la concorrenza sleale del prodotto importato dall’estero e spacciato come italiano, soprattutto nella ristorazione, grazie all’assenza dell’obbligo di etichettatura dell’origine.

Del resto l’attuale format del fermo pesca, inaugurato 33 anni fa, ha ampiamente dimostrato – denuncia Coldiretti Impresapesca – di essere inadeguato, poiché non tiene conto del fatto che solo alcune specie ittiche si riproducono in questo periodo, mentre per la maggior parte delle altre si verifica in date differenti durante il resto dell’anno. Da qui la proposta di Coldiretti Impresapesca di differenziare il blocco delle attività a seconda delle specie, mentre le imprese ittiche potrebbero scegliere ciascuna quando fermarsi in un periodo predefinito.