EDITORIALE DELLA DOMENICA. VIDEOSORVEGLIANZA A SAN NICANDRO

0
817

E’ fin troppo semplice riconoscere l’importanza della videosorveglianza urbana in quanto la presenza delle telecamere contribuisce ad aumentare la percezione di sicurezza da parte dei cittadini. Infatti previene il crimine in quanto funge da deterrente, consente alle forze dell’ordine di intervenire in tempo reale per episodi di danneggiamento o furti e supporta le attività di investigazione da parte delle autorità competenti. Insomma può fare molto per la tutela del nostro territorio.

Accertato che questo strumento è validissimo per la prevenzione, nel caso di San Nicandro, poco si conosce del suo utilizzo e, soprattutto, se tutto il sistema cittadino sia funzionante o meno.

Da quanto è dato sapere sono quasi la metà le telecamere non funzionanti, come le tre di Torre Mileto, quella dell’ingresso di Porto Perrone ed altre.

In una cittadina come San Nicandro che, proprio in questi giorni, è stata alla ribalta dell’intera Puglia e che non gode di buona nomea per quanto riguarda furti, delinquenza minorile ed altro, nemmeno una sola telecamera deve essere inutilizzata perché rappresentano una preziosa risorsa se funzionante, utilizzata correttamente e nel rispetto della privacy per la sicurezza e la salvaguardia degli individui.

Occorre, poi, sfatare il fatto e il timore che la videosorveglianza possa essere usata per comminare multe in divieti di sosta selvaggia. Infatti quelle immagini non sono utilizzabili per irrogare sanzioni amministrative, ma solo per inviare il vigile sul posto a contestare l’infrazione.

È il crescente bisogno di sicurezza da parte dei cittadini che deve spingere il Comune al perfetto funzionamento del sistema di videosorveglianza urbana e al suo miglioramento come, per esempio, la lettura targhe perché è un ulteriore ed importante passo per contrastare eventuali fenomeni di delinquenza, vandalismo, furti, sversamento abusivo di rifiuti, commercio abusivo, reati contro il patrimonio culturale. Tale sistema si dimostra un validissimo strumento di deterrenza.

Ci si augura che tale problema possa meritare la dovuta attenzione anche per l’approssimarsi dell’estate sannicandrese con il rientro di emigranti e turisti e con un moltiplicarsi di auto e mezzi in giro per le strade.

La prevenzione con tale sistema rappresenta una tra le misure di controllo del territorio cui tutti i Comuni hanno rivolto e continuano a rivolgere sempre maggiore attenzione.

Il Direttore