EDITORIALE DELLA DOMENICA. GUARDIAMO LONTANO E PENSIAMOCI VICINI…ASPETTANDO NATALE

0
141

L’editoriale della domenica, normalmente, vuole puntare l’attenzione su particolari argomenti che interessano la comunità. Quello di oggi, invece, esce dagli schemi classici perché vuole invitare la gente a fare un percorso insieme, guardare insieme lontano e immaginando di stare vicini aspettando il prossimo Natale.

La pandemia ancora corre veloce e altre regioni, da oggi, hanno cambiato colore con la maglia rossa ed anche la Puglia sembra andare in quella direzione. Insomma un lockdown quasi nazionale che ci farà ricordare quello della primavera scorsa, anche se in parte meno condizionato.

Il ruolo dell’informazione è quello di puntare sull’argomento principale che, da tempo, è proprio l’emergenza sanitaria. Civico 93 lo ha fatto e continua a farlo sempre nell’ottica di una prevenzione collettiva per evitare conseguenze disastrose per la comunità.

Già da qualche settimana la nostra testata ha cominciato ad intervistare personaggi importanti nel loro ruolo e nella loro attività toccando argomenti che riguardano la salute, il Covid, l’inquinamento, alimentazione, ecc. Una rubrica che continuerà come l’altra che riguarda i quesiti legali posti dai lettori sempre in collaborazione con la L.A.F. di San Nicandro Garganico. Il nostro programma è quello di accompagnare i lettori durante questo periodo puntando sulla cultura e, in particolare, sul teatro e sulla musica che sono le espressioni più alte della cultura e che, purtroppo in questo momento storico sono penalizzate dai provvedimenti inseriti nell’ultimo DPCM di Conte. Civico 93 vuole riprendere la tradizione teatrale per essere vicino a quanti hanno a cuore il teatro con le sue emozioni, le sue storie di vita, la comicità e la prosa in generale.

L’obiettivo della iniziativa è duplice: tenere ancora in piedi una tradizione che ha visto la città di San Nicandro sempre leader nella manifestazione artistica teatrale e regalare momenti di un’allegra serenità ai lettori soprattutto in questo periodo di grave sofferenza sanitaria che sicuramente dovrà accompagnarci per chissà quanto altro tempo ancora. Non rappresentazioni teatrali per il pubblico in presenza ma uno spettacolo che da casa non vuole perdere il contatto con la magia del teatro, della musica e della cultura. Tutto questo riesce sempre ad emozionare, anche a distanza e strappare qualche risata in più. Altre novità in altri settori saranno comunicate successivamente.

Purtroppo il prossimo Natale sarà molto diverso da quello degli anni scorsi, mancheranno le manifestazioni natalizie ma, sicuramente, non mancherà da parte dei cittadini la voglia del presepe in casa, dell’albero, delle luci fuori al balcone come già hanno fatto alcuni bravi titolari di esercizi commerciali.

Insomma Civico 93 vuole invitare tutti i suoi lettori a guardare già al prossimo anno anche in vista dell’effetto delle misure adottate e da adottare ed anche al vaccino che sarà già disponibile. Pensiamoci vicini con le nostre iniziative perché la voglia di cultura è sicuramente più forte di ogni resistenza e di ogni decreto governativo.

Il Direttore