EDITORIALE DELLA DOMENICA, DOPO L’ESTATE FERIE FINITE PER LA POLITICA

0
576

Come tradizione, la politica a San Nicandro è andata in ferie e lo si può ben capire visto che è stata molto impegnata e usata nelle ultime elezioni comunali di giugno. Un meritato riposo era d’obbligo.  Ma già da fine mese tutto tornerà come prima e si comincerà ad assistere alla solita bagarre.

Per la maggioranza si attendono i consueti “100 giorni” per cominciare ad analizzare i primi provvedimenti e le prime azioni governative. Insieme alla nomina delle figure amministrative apicali dei vari settori, si porrà mano al programma elettorale della coalizione vincente ed iniziare a porre le basi sui punti più qualificanti dello stesso per dare un segnale di cambiamento e di svolta. E ce ne sono di argomenti da prendere sul serio a cominciare dal Pug, alla definizione della situazione finanziaria del comune, al personale carente in alcuni settori, al problema Soget più volte sventolalo in campagna elettorale, alla revisione dello statuto comunale, alla partecipazione dei cittadini alla vita pubblica, all’associazionismo ed altro ancora. Certo è impensabile mettere in moto tutto ma, con gradualità, occorre far avvertire ai sannicandresi il cambio di passo nei confronti della passata gestione comunale.

Dall’altra parte, la minoranza consiliare dovrà assolver al suo ruolo di opposizione non intransigente ma propositiva sempre, comunque, valutando gli atteggiamenti della maggioranza conciliando la sua funzione e il bene della cittadinanza. Ma, oltre a coloro che siedono tra i banchi dell’opposizione, sicuramente stanno scaldando i muscoli anche parte di coloro che non siedono più in consiglio comunale e che non vogliono entrare nell’anonimato politico ma rimettersi in gioco perché in politica non tutto è scontato e quello che sembra tanto lontano può essere molto vicino. Poi, con i sicuri mutamenti degli scenari relativi ai partiti ed anche in vista delle elezioni regionali del 2020, chi ha voglia di acquisire un ruolo deve venire fuori e ricominciare, ma anche iniziare, una sfida verso obiettivi che possono arrivare lontano o posizionarsi su quelli locali.

Insomma le ferie politiche sono finite e inizia una nuova stagione per tutti, per chi governa in quanto deve consolidare il proprio consenso e per i partiti dell’opposizione che devono riacquistare un consenso perduto. La logica politica non può uscire fuori da questi schemi e, proprio in questa consapevolezza, San Nicandro si appresta ad iniziare questa nuova fase.

Il Direttore