CARABINIERI CHIUDONO CIRCOLO PRIVATO PER MOTIVI DI ORDINE E SICUREZZA PUBBLICA

0
545

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Giovanni Rotondo, nella giornata del 22 ott. u.s., hanno proceduto alla chiusura temporanea di un circolo ubicato nel centro cittadino della città di San Pio, a seguito di una ordinanza emessa dal Questore di Foggia, che ne dispone appunto la sospensione immediata, sulla base delle plurime attività di controllo poste in essere dai militari dell’Arma.

I Carabinieri, quotidianamente impegnati nella capillare attività di controllo del territorio tesa a garantire sicurezza e rispetto della legalità, segnalavano in particolare all’Autorità Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e chiedevano l’immediata chiusura di un circolo ricreativo a seguito di diversi controlli effettuati e dai quali si evinceva la costante presenza di molti avventori, per lo più stranieri, alcuni dei quali gravati da precedenti di polizia e penali, dediti al consumo ed abuso di alcolici.

Il Circolo in questione, nello specifico, nel mese di giugno 2022, è stato teatro di una violenta rissa che ha coinvolto complessivamente sei persone. Grazie alle immagini di videosorveglianza presenti nel locale, opportunamente acquisite dai Carabinieri, si è accertato che quattro soggetti, due dei quali gravati da precedenti di polizia, percuotevano, con delle bottiglie, bicchieri ed una sedia presenti nel locale, uno degli avventori, nonostante i tentativi dello stesso e di una donna di fermare l’escalation di violenza in quel momento in essere. L’aggredito, a seguito delle ferite riportate, veniva curato presso il locale Pronto Soccorso, ottenendo una prognosi di otto giorni, mentre i quattro aggressori venivano denunciati in stato di libertà alla competente A.G. per il reato di rissa aggravata e lesioni personali aggravate. Inoltre, tre dei quattro autori di tale violenta rissa non risultavano neanche iscritti nel registro dei soci dell’associazione.

A seguito di un ulteriore controllo sviluppato dai Carabinieri e dalla Polizia Municipale, eseguito specificatamente i primi giorni del mese di ottobre e scaturito dalle urla che provenivano dall’interno del circolo, si aveva modo di constatare la presenza di alcuni avventori, alcuni dei quali non iscritti nel registro dei soci, che al momento dell’identificazione si mostravano palesemente insofferenti della presenza delle Forze dell’Ordine, assumendo infatti atteggiamenti minatori e provocatori nei confronti dei militari operanti.

Il Questore di Foggia, per la gravità dei fatti segnalati e condividendo appieno i presupposti e le risultanze raccolte in modo analitico e minuzioso dai militari dell’Arma, ha quindi disposto la chiusura immediata del circolo in questione per giorni 20, a norma dell’art. 100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza. In particolare, l’Autorità Provinciale di P.S. ha stigmatizzato che l’attività ricreativa condotta dalla titolare dell’associazione in questione, oltre ad essere un luogo di aggregazione di persone ad elevata pericolosità sociale, costituisce anche una seria minaccia per la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, in quanto induce una giustificata preoccupazione nella popolazione del paese di San Giovanni Rotondo. Il provvedimento è stato già notificato alla titolare del circolo a cura degli stessi Carabinieri.