CAPITANATA, POSSIBILE CHIUSURA LABORATORIO ANALISI. CONGEDO: “DIRITTO ALLA SALUTE”

0
497

“Ho interrogato l’assessore alla Sanità nonché presidente della regione Puglia Michele Emiliano circa i provvedimenti che intende adottare al fine di evitare che la riconversione del Laboratorio analisi Territoriale di Vieste e Vico del Gargano in centri di prelievo territoriali possa comportare una compressione della qualità di assistenza sanitaria in un territorio con specifici caratteri geografici ed orografici.

Nello specifico, con la riconversione i centri di prelievo territoriali sono operativi solo due volte a settimana e, pertanto, i prelievi ematologici e microbiologici verranno trasferiti in un altro laboratorio per il successivo trattamento, causando disagi ai cittadini -che vedranno così dilazionati i tempi dei risultati- e al PPI (Punto di Primo Intervento) -che verrà privato di uno strumento diagnostico. Senza contare la dispersione di risorse professionali e patrimoniali costruite nel tempo. La preoccupazione è diffusa quindi a più livelli: la riconversione del Laboratorio territoriale può provocare un notevole ridimensionamento dei livelli assistenziali sul territorio perché sprovvista di una visione d’insieme che porti ad una razionalizzazione del sistema e di un efficace ed efficiente equilibrio tra sanità ospedaliera e territorio”.

Così Erio Congedo, consigliere e coordinatore regionale Fratelli d’Italia Puglia