ANGIOLA (AZIONE), SULLA LEGGE DI PRESUNZIONE DI INNOCENZA

0
230

“Il marketing giudiziario fatto di inchieste con titoli roboanti, comunicati e conferenze stampa show, pubblicazione di intercettazioni sui giornali, è incivile e illiberale.  Con l’approvazione della legge sulla presunzione di innocenza, voluta da noi di Azione, è fatto divieto di battezzare le inchieste giudiziarie con nomi lesivi della presunzione di innocenza.

Spesso accade che la vera sentenza è quella dei titoli dei giornali che non lasciano alcun dubbio sulla sussistenza dei reati contestati. Poi nessuno parla delle assoluzioni. È una vergogna.

Lo Stato ha il dovere di indagare per individuare i responsabili dei reati, ma anche il dovere di restituire reputazione e credibilità a chi ne è uscito innocente. Per questo, su proposta di noi di Azione, sono state approvate le norme sui rimborsi delle spese legali agli assolti e la legge che assicura il diritto all’oblio per le persone che sono state prosciolte o assolte”. Lo dichiara in una nota l’On. Nunzio Angiola di Azione