AEROPORTO FOGGIA, DOPO LA VIDEOCONFERENZA DI IERI INTERVIENE FABIO PORRECA

0
447

“Non sono bastati oltre due anni per portare a termine l’iter amministrativo per l’allungamento della pista del G. Lisa. Dopo uno stillicidio fatto di attese, di polemiche, di un estenuante scambio di corrispondenza, dobbiamo prendere atto che la notifica inviata dalla Regione Puglia alla Commissione Europea è giudicata ancora insufficiente e la procedura va riavviata e reimpostata con una nuova notifica. Il dato positivo è l’apertura e la disponibilità che abbiamo registrato da parte dei funzionari della Commissione che si sono impegnati fornire i suggerimenti e l’assistenza necessari affinché si arrivi alla nuova notifica con maggiori garanzie di accoglimento.

Si è infatti convenuto che la Regione presenti una pre-notifica su due opzioni: da un lato il SIEG (Sistema di interesse economico generale), che comporterebbe anche il vantaggio di un finanziamento al 100%; dall’altro l’investimento meramente commerciale, con l’esigenza di dimostrare in modo convincente i flussi di traffico e i benefici economici e con l’obbligo di cofinanziamento del 25%. Attardarsi ora in valutazioni sulle cause e le responsabilità di una procedura così lenta è inutile. Il tempo perso non potrà essere recuperato. Bisogna guardare a ciò che ancora si può fare per raggiungere l’obiettivo, partendo dai segnali di attenzione e impegno che la Regione sta dando in modo diverso e maggiore rispetto al passato. Impegno che dovrà concretizzarsi nel lavoro degli gli uffici regionali affinché con tempi serrati e certi e con un supplemento di studio elaborino efficacemente la notifica che possa essere finalmente accolta dalla Commissione Europea.

Da parte nostra continueremo ad assicurare piena collaborazione, ma altrettanta fermezza nel difendere le ragioni del Gino Lisa, come infrastruttura di interesse del sistema imprenditoriale e dell’intera comunità di Capitanata. Confidando di non dovere aspettare altri due anni”.

Invia una risposta