ACQUEDOTTO PUGLIESE: “BERE ACQUA DEL RUBINETTO RIDUCE IL CONSUMO DELLA PLASTICA”

0
698

Presso l’Autorità portuale di Brindisi si è svolto l’evento dal titolo “Puglia mai regione di plastica” durante il quale l’Amministratore delegato dell’Acquedotto Pugliese ha ribadito che “Bere acqua di rubinetto contribuisce a ridurre l’utilizzo della plastica”.

Un messaggio importante per la riduzione della plastica nella vita quotidiana e per una forte sensibilizzazione collettiva verso il problema dell’inquinamento. L’Amministratore Nicola De Santis ha ribadito la mission dell’Acquedotto Pugliese che è quella della eliminazione dell’uso indiscriminato della plastica affermando che la qualità dell’acqua captata, potabilizzata e distribuita e dei reflui (acqua e fanghi da depurazione) reimmessi nell’ambiente, è assicurata da attenti controlli condotti più volte al giorno, in più punti del territorio, grazie al prelievo e alle analisi di campioni dalle sorgenti, dai potabilizzatori, dai pozzi, dalle fontane pubbliche, dagli impianti di depurazione e dallo stabilimento di compostaggio dei fanghi. Alcuni principali indicatori di potabilità sono controllati in tempo reale attraverso un sistema di telecontrollo. La purezza dell’acqua è, inoltre, garantita da ulteriori stazioni di disinfezione complementari, posizionate sui principali nodi della rete. Una volta potabilizzata ed immessa nella rete di distribuzione, l’acqua viene controllata nei laboratori dislocati sul territorio che hanno la “Certificazione Finale di Accreditamento dei Laboratori” in base alla norma ISO17025.