ABUSIVISMO, CONTINUA LIBERAZIONE AREE OCCUPATE IN CAPITANATA

0
467

Continua con determinazione l’azione di liberazione di una vasta area (40 ettari) occupata abusivamente all’interno del SIC/ZPS Zone umide di Capitanata e del Parco nazionale del Gargano. L’occupazione abusiva dell’area rischiava di compromettere il principale obiettivo del progetto Life – Interventi di conservazione degli habitat delle zone umide costiere nel SIC Zone umide della Capitanata, finanziato con fondi comunitari, di cui la Regione è Soggetto beneficiario coordinatore, finalizzato alla ricostituzione dell’habitat Lagune Costiere su tale area. “L’importanza strategica delle zone umide per la conservazione della biodiversità attribuisce un valore aggiunto straordinario alla affermazione di legalità operata in questi giorni a Manfredonia”, dichiara l’Assessore alla Pianificazione Territoriale Anna Maria Curcuruto. “Recuperare tali aree e con esse i delicatissimi equilibri esistenti in questi ecosistemi acquatici consentirà infatti di tutelare gli habitat e garantire in tal modo la fruizione dei numerosi servizi ecosistemici da questi offerti al genere umano. Sono particolarmente fiera di poter condividere questa buona notizia”, conclude l’Assessore Curcuruto, “proprio oggi 2 febbraio, giornata mondiale delle zone umide – World Wetlands Day – e contribuire così alla tutela ed alla conoscenza di questi ecosistemi fondamentali per la popolazione, una preziosa risorsa sia in termini materiali sia culturali (di approvvigionamento di acqua e di cibo, di regolazione del clima e supporto alla vita, di senso di identità etc) che dovrebbe essere sempre tenuta ben in conto nelle decisioni di gestione e pianificazione del territorio”.

Invia una risposta