A SAN NICANDRO LA GROTTA LA PIU’ SUGGESTIVA E SPETTACOLARE DEL GARGANO

0
616

Si tratta della Grotta nel Pian della Macina.

Avvicinamento.

Strada statale 89 San Nicandro Garganico – Cagnano Varano. Superato il chilometro 3, si prosegue per altri 400 metri incoccando una carrareccia ubicata a sinistra della carreggiata. Percorso un chilometro e 5oo metri, essa conduce direttamente nella dolina dov’è visibile la gabbia metallica che protegge l’ingresso della grotta.

Descrizione.

E’ questa, senza ombra di dubbio, una delle cavità più suggestive e spettacolari dell’intero Promontorio Garganico. Un ripido e breve scivolo dà accesso ad una galleria suborizzontale divisa longitudinalmente per tutta la sua lunghezza da una barriera costituita da frana e concrezioni. In questa zona si aprono alcuni pozzetti in frana che conducono in piccoli ambienti riccamente concrezionati e conservatisi ancora intatti.

Dopo circa 30 metri la galleria giunge alta su un’ampia caverna a cui s’accede per circa 15 metri di dislivello. La sala è adorna da stupende concrezioni stalatto-stagmitiche anche di considerevoli dimensioni; inoltre sono presenti colonne, formazioni a medusa e drappi. Il paino di calpestio è ricoperto in gran parte di limo, argilla e guano dovuto alla presenza di alcune colonie di chirotteri. Nella parte mediana di quest’ambiente esiste sulla destra una breve diramazione anch’essa molto concrezionata in cui sono visibili notevoli fenomeni di crollo.

Al termine della caverna l’ambiente si restringe ed un angusto passaggio tra le concrezioni consente di giungere nell’ultima parte della cavità, d’incomparabile bellezza sia per la purezza delle concrezioni presenti che per la tipologia: si tratta principalmente di eccentriche e coralloidi.

  1. Orofino