SAN NICANDRO, PRONTI PER UN DIALOGO SANO E DECISO

0
539

San Nicandro Garganico si appresta ad entrare in scena con una nuova stagione elettorale. . Avremmo voluto assistere a cambiamenti radicali in termini politici ed amministrativi.

Le scelte del passato e le esperienze portano sempre nuovi avvenimenti e soprattutto nuove idee e decisioni per la nostra amata San Nicandro Garganico. Chi di voi non la ama? Dire il contrario sarebbe una grossa bugia e noi di queste bugie non ne abbiamo bisogno come non abbiamo bisogno di guardare il passato e tutto ciò che la storia oggi ci porta sui tavoli delle consultazioni per decidere cosa fare della nostra città.

Dicevo che le esperienze maturano e fanno riflettere. Mettere da parte un partito che ti viene affidato per aiutare un amico o un amica, mettere da parte un partito per concentrarsi “solo” sul proprio territorio è una scelta che si deve fare, e oggi in tutta serenità in tanti lo hanno fatto, io in primis, per aiutare con il mio piccolo contributo, un gruppo che è nato dalla forte volontà di dimenticare un passato amministrativo che non ci rappresentava per tanti motivi, e che oggi ci vede uniti in modo pulito, trasparente, onesto, nuovo e categorico su tante scelte che ci apprestiamo a fare.

La gente che si avvicina a questo gruppo ha in mente una sola cosa: “uscire dai soliti schemi politici fatti di tirannia e ricatti che pensano solo alle poltrone e dedicarsi una volta per tutte al proprio paese e ai suoi innumerevoli problemi!”

Da sempre le vicissitudini dei due anni passati sono stati oggetto di innumerevoli diatribe politiche e amministrative e oggi questo gruppo che si rivede nei forti valori cristiani per la famiglia, per il lavoro, l’attenzione ai più deboli, ai nostri giovani, ai nostri anziani, agli emarginati, ai poveri, ai nostri artigiani, ai nostri agricoltori, vuole assolutamente vivere e far vivere un periodo nuovo dedicandosi a 360° su quelli che sono i punti salienti per la sana convivenza politica, socio-economica e culturale del nostro paese. La cultura arricchisce un popolo.

Idee chiare e nostrane per dare il giusto contributo. Con la nomina di Antonio Berardi a Coordinatore per il Movimento “SUD IN TESTA”, l’europarlamentare Andrea Caroppo investe ancora una volta su chi ha saputo dare risposte con i fatti ai tanti cittadini sannicandresi. I fatti si sono anteposti alle parole e hanno dato il giusto significato alla parola “impegno”, quell’impegno che da molto tempo è mancato nella politica. Caroppo punta su un cavallo di razza che in passato ha saputo dare delle risposte in poco tempo, risposte vere che oggi ne gode la città e soprattutto la disponibilità di un uomo che non ha conosciuto limitazioni anche quando non fece più parte della giunta comunale come assessore e anche quando non ebbe più il giusto appoggio dai suoi consiglieri in consiglio comunale per una serie di tradimenti all’interno del suo partito e tra i suoi amici più stretti.

Quando si avverte la voglia di cambiamento si individuano seri e validi interpreti di un sentimento di rilancio per il nostro centro. A lui non sono mancati e non mancano appoggi da ogni parte di quella politica sana e pulita, da ogni parte di quella San Nicandro che vuole rivedere una sana azione di governo per il territorio, per il nostro Gargano. Affianco al Movimento di Antonio Berardi “SUD IN TESTA” ci sono due neonate liste civiche “UNITI NOI” e “INSIEME” che lavorano costantemente all’incremento di nuove leve e nuovi soggetti politici all’interno del gruppo monitorando senza sosta ciò che i cittadini sannicandresi, le aziende, gli artigiani, gli anziani, i bambini, chiedono e meritano di vivere. Non è detto che possano, a breve, confluire altri partiti e movimenti affiancando questo gruppo.

Ci aspetta una nuova era. Ci aspetta una nuova ondata di persone che vogliono dare il loro contributo nella politica sana e pulita. Ci aspetta un programma di lavoro coordinato da persone serie e volenterose. Ci aspetta finalmente un’occasione che non possiamo assolutamente perdere.

Gino Carnevale